In questi giorni le principali testate giornalistiche raccontano un agghiacciante fatto di cronaca avvenuto a Firenze: due turiste americane hanno denunciato due carabinieri per stupro.

A seguito della denuncia, le ragazze sono state trasportate in ospedale e sottoposte al test alcolemico risultando positive, inoltre i medici hanno confermato che entrambe le giovani avevano consumato un recente rapporto sessuale.

Naturalmente è stata subito aperta un’indagine ancora in corso, dov’è emerso che i due carabinieri hanno effettivamente accompagnato le turiste presso la loro abitazione e che nelle vicinanze dell’appartamento sono state rinvenute tracce biologiche. Recentemente, uno dei due militari dell’Arma ha confessato di aver consumato un rapporto sessuale con una delle due giovani mentre era in servizio, affermando che la ragazza era consenziente.

Non è ancora possibile stabilire con esattezza se si è trattato di stupro perché – come accennato poco fa – le indagini sono ancora in corso, ma qualora la violenza venisse confermata, la situazione dei due agenti peggiorerebbe significativamente, dato che le ragazze in questione sarebbero state in condizione di minorata difesa.

Una simile vicenda ha provocato molto scalpore nell’opinione pubblica, ma nonostante l’estrema delicatezza dell’argomento non sono mancati i post bufala da diffondere puntualmente su Facebook.

In questi giorni, difatti, sta circolando sul social blu una foto che dovrebbe ritrarre le due presunte turiste americane (foto in evidenza), accompagnata dalla seguente didascalia: “Queste sono le due turiste americane che hanno accusato due dei nostri bravi ragazzi in divisa di un crimine orrendo come lo stupro. Grazie Boldrini!”.

Come accennato poco fa, si tratta solo un fake: basta eliminare la parte testuale della foto ed effettuare con la stessa una ricerca su Google Immagini per trovare tra i primi risultati una pagina web di sei anni fa intitolata “How to nail any girl at any party”, che tradotto significa “Come rimorchiare ogni ragazza in ogni festa”, con la stessa identica fotografia come immagine in evidenza (di seguito lo screenshot): ergo, le ragazze mostrate in foto non sono le turiste americane.

Screenshot foto fake turiste americane sito reale

Tuttavia ipotizziamo – anche solo per un secondo – che l’immagine in questione sia reale. Cosa ci sarebbe di strano? In teoria confermerebbe soltanto lo stato di ebbrezza di due ragazze avvenenti.

L’elemento più inquietante di tutta questa storia sono i commenti pubblicati dagli utenti sotto i vari post riguardanti la notizia di cronaca. Citandone solo alcuni, si trovano frasi del tipo: “io tendo a credere che non sia stato proprio uno stupro. piuttosto le ragazze hanno pensato dopo ad approfittare di quello che è successo”, oppure “Tutto da accertare. Ma se avere rapporti con una ubriaca equivale a stupro, dovremmo stare quasi tutti in galera”, e ancora, quando una ragazza commenta: Non so voi, ma io in notti brave nella mia gioventu, dove il giorno dopo non ricordo assolutamente nulla, ho dato il giusto indirizzo al taxista(so di essere tornata in taxi perche ho trovato la ricevuta in borsa), ho prelevato inserendo il pin corretto e fatto foto con gente che non so chi sia. Mi sarei meritata lo stupro quindi?” Un utente le risponde: “Temo che purtroppo se te lo chiedi, e’perche’ qualche dubbio lo avrai……”.

Parlando più in generale, che tipo di messaggio vuole trasmettere questo post? In pratica, se una ragazza è giovane e sexy e ha deciso di alzare il gomito deve subire rapporti sessuali in uno stato che non la rende in grado di intendere e di volere? Oppure (vi prego no!) dato che una giovane donna è bella e si veste in modo provocante allora se l’è cercata? Siamo nel 2017, e ancora molti “uomini” (e – peggio – “donne”) credono fermamente in queste preoccupanti affermazioni.

Finché non si capirà che la donna e le persone in generale meritano rispetto e la libertà di esprimere la propria personalità senza timore alcuno, questa società non può che regredire al Medioevo.

FONTESickchirpse.com
CONDIVIDI
Articolo precedenteMotorola Moto X4 con Android One in arrivo?
Prossimo articoloAttiva gratis la fibra Vodafone: sconto e chiamate a 0€ verso cellulari