apple

Apple ha da poco perso negli Usa una causa riguardante gli “acquisti in-app” nella quale dei genitori i cui figli hanno fatto arrivare bollette enormi per l’acquisto di contenuti “in-app” avevano accusato Apple di non segnalare in modo adeguato che alcune applicazioni erroneamente indicate come Free avrebbero avuto successivamente la possibilità di far acquistare pacchetti aggiuntivi.

 

Ora, iTunes Store è stato aggiornato per rendere più evidente quando alcune applicazioni offrono il sistema di acquisti in-app aggiungendo sotto al pulsante “download” un avviso che dice “offre acquisti in-app” (vedi immagine sotto).
Certo non si tratta di una grande modifica ma sarà molto più difficile per le persone accusare Apple di permettere download fuorvianti.
Ovviamente Apple ha tutto l’interesse che i propri clienti continuino a scaricare applicazioni Free con sistema di acquisto “in-app” perché si tratta di un business molto elevato al quale non vuole rinunciare anche se a nostro giudizio poteva sforzarsi maggiormente.
Non vediamo altra soluzione al momento se non quella di “educare” meglio i propri figli verso il mondo digitale in modo da evitare problematiche simili!

CONDIVIDI
Articolo precedentePrime immagini per il Samsung Galaxy S 4 Mini!
Prossimo articoloGoogle userà i suoi Google Glass come hub per il sistema Android@Home!