iPhone X, rivelati altri dettagli dell’interfaccia. Ci sarà la Reachability?

iPhone X, rivelati altri dettagli dell’interfaccia. Ci sarà la Reachability?

iPhone X è il primo smartphone di Apple a mettere in mostra un design tutto schermo e privo di cornici; una scelta quest’ultima pressoché conforme ad alcuni smartphone top di gamma del 2017 (LG G6, LG V30, Samsung Galaxy S8 e Galaxy Note 8) e che, nel caso del nuovo iPhone, ha comportato alcune modifiche all’interfaccia e ad alla correlata eliminazione del tasto home centrale. Apple ha colmato le lacune rimpiazzando alcune classiche funzionalità (accesso a Siri, alle applicazioni recenti, alla home screen od alla chiusura delle applicazioni aperte) con gesture e swipe ad-hoc, messi peraltro in evidenza già in occasione della presentazione di iPhone X di metà settembre.

Una modifica insomma all’interfaccia che, tuttavia, andrà ad abbracciare ambiti diversi, nel tentativo di differenziare in modo ancora più marcato l’esperienza d’uso di iPhone X rispetto ai restanti smartphone ufficializzati qualche settimana or sono (iPhone 8 e iPhone 8 Plus). Eloquente è in tal senso la nuova beta di software Xcode, che rivela per l’appunto alcune modifiche dell’interfaccia di iPhone X, come l’arrotondamento dei bordi della dock inferiore contenente quattro applicazioni, oppure alle nuove animazioni per scorrere tra le pagine o passare da una applicazione all’altra, sino ad abbracciare le impostazioni dedicate espressamente alla tecnologia Face ID.

In tutto questo vi è però un’altra aggiunta, finora ritenuta come cestinata complice l’eliminazione del Touch ID: la Reachability. Trattasi, nello specifico, della possibilità di abbassare – mediante un doppio click sul tasto home centrale, nel caso dei precedenti smartphone Apple – l’interfaccia, così da agevolarne l’utilizzo ad una mano. Una funzionalità quest’ultima che, stando alle tracce della beta Xcode, sarà parte integrante di iPhone X, anche se bisognerà vedere quale sarà la gesture da compiere – stante l’assenza del tasto home – per richiamarla e sfruttarla. Un indizio decisivo è comunque offerto dal developer Guilherme Rambo, che a mezzo Twitter ha mostrato un breve filmato riguardante proprio la presenza del Reachability su iPhone X.

https://twitter.com/_inside/status/913158732128845824

 
Hai trovato questa notizia interessante e vuoi ricevere tutte le news di giornata per posta elettronica? Iscriviti alla newsletter di KeyforWeb.it inserendo qui sotto la tua email: