iPhone SE nuovo smartphone Apple 4 pollici

iPhone SE, il nuovo smartphone Apple in debutto il prossimo 21 marzo in concomitanza con iPad Pro Mini (o iPad Air 3, che dir si voglia), dovrebbe registrare video in 4K. E’ questa l’indiscrezione rimbalzata in rete nel corso di queste ultime ore, che conferma la presenza pressoché certa del modulo fotografico da 12 megapixel – accompagnato dal doppio flash LED – inaugurato lo scorso settembre da Apple con gli attuali flagship iPhone 6S e 6S Plus. Il colosso californiano, secondo quanto riportato da Apple Insider, avrebbe infatti eseguito, durante la scorsa settimana, delle delle riprese video in 4K in <<quel>> di New York: il dispositivo utilizzato sarebbe per l’appunto iPhone SE, ed il materiale raccolto dovrebbe costituire la base portante del filmato pubblicitario avente ad oggetto il nuovo smartphone Apple da 4 pollici.

Nel caso in cui l’indiscrezione in questione dovesse corrispondere al vero, iPhone SE sarà il terzo dispositivo iOS a registrare video in formato superiore al più classico Full HD. Le affinità con i recenti smartphone di Cupertino attualmente sul mercato saranno tuttavia ulteriori, allorché lo smartphone Apple da 4 pollici sarà equipaggiato dal processore proprietario Apple A9 (dual-core a 64bit con frequenza di clock da 1.85Ghz e processo produttivo a 14 nanometri) e di un pannello principale con la medesima risoluzione del <vecchio>> iPhone 5S (640 x 1136 pixel).

iPhone SE dovrebbe affacciarsi sul mercato ad un prezzo di vendita pari a 450 dollari circa per quanto concerne la versione dotata di 16 gigabyte di spazio d’archiviazione interno; ancora ignote invece le possibili date di commercializzazione. Il nuovo dispositivo Apple sarà dunque un prodotto a metà strada tra il lavoro occorso quest’anno con la gamma 6S e 6S Plus e quanto realizzato invece due anni addietro con l’apprezzato iPhone 5S, l’ultimo smartphone del produttore statunitense a far spazio ad un display da 4 pollici. Nessun iPhone economico in vista, dunque, e la registrazione video in 4K ne è una ulteriore conferma.

via