iPhone SE dispositivo Apple

Qualcosa sta cambiando. Già, perché malgrado una partenza balbettante, iPhone SE sembrerebbe esser difficile da trovare. Soprattutto negli Stati Uniti, allorché alcuni modelli del dispositivo Apple da 4 pollici verranno spediti non prima dello spirare del 12 aprile prossimo, mentre altri torneranno in stock qualche giorno seguente, periodo nel quale Apple avrebbe evidentemente previsto un rifornimento del nuovo iPhone. Tra le versioni più gettonate della <<Special Edition>> dello smartphone iOS spicca quella con 64 gigabyte di spazio di archiviazione interno, il cui costo in America è di 499 dollari sull’unghia. Un esborso non così ingente se rapportato ai dispositivi Apple presentati lo scorso settembre, che avrebbe portato gli utenti a preferire, in linea generale, il modello con più memoria interna: 16GB sembrano ormai stare stretti e la differenza di 100 dollari tra una versione e l’altra non avrebbe spaventato i più.

La colorazione di iPhone SE più gettonata è invece il Rose Gold, giacché è la prima ad esser andata a ruba e l’ultima ad esser rifornita: chiunque vorrà scegliere il dispositivo Apple di cui trattasi nella detta tonalità dovrà infatti attendere il 12 aprile nel caso di versione con 16GB di spazio interno, mentre i tempi saranno ancor più dilatati (20 – 27 aprile) per quella con 64 gigabyte. Il background sembra esser comunque diffuso a livello internazionale ed anche in Italia, stando a quanto riportato dall’Apple Store online, la distribuzione e disponibilità dello smartphone Apple è limitata e bisognerà attender il periodo compreso tra il 27 aprile ed il 2 maggio affinché l’ordine venga spedito. Discorso diverso invece se si punta agli store fisici del colosso di Cupertino, che sembrerebbero avere qualche scorta alla stregua delle varie catene di elettronica sparse in Italia.

È probabile quindi che Apple abbia messo in circolo una disponibilità di iPhone SE abbastanza moderata, ed è per questo che le poche scorte sono già andate a ruba. Meno ingente invece la richiesta per iPad Pro 9.7, giacché il dispositivo Apple che mira a risollevare le vendite dei tablet è ancora disponibile nei vari Apple Store online e fisici. Vedremo ad ogni modo in proseguo se la strategia del brand capitanato dall’Amministratore Delegato Tim Cook risulterà vincente ed a tale stregua se l’iPhone da 4 pollici, mero revival dopo il 5S (peraltro impossibile da sbloccare con il metodo dell’FBI), riuscirà a far breccia tra gli utenti.

via