iPhone SE

L’evento Apple si è concluso da meno di un giorno e nella giornata di ieri abbiamo avuto modo di vedere molte novità introdotte dal colosso di Cupertino. Una delle parti di maggior rilevanza è stata, indubbiamente, la presentazione di iPhone SE, terminale ampiamente discusso e atteso da parte della comunità del web da ormai qualche tempo.

Il nuovo dispositivo racchiude tutte le specifiche introdotte dagli ancora attuali flagship, iPhone 6s e la variante Plus, in un formato decisamente più compatto, che ricorda le dimensioni e le linee di iPhone 5S. Come abbiamo già riportato, iPhone SE integrerà lo stesso chip proprietario presente sugli attuali top di gamma, dunque l’A9 di Apple, alla medesima frequenza garantendo un’ottima gestione dei consumi. In sintesi, cambia la forma ma non la sostanza.

Fino a qualche ora fa, però, ci sono stati forti dubbi sul quantitativo di RAM di iPhone SE, dal momento che Apple non ha mai dichiarato né confermato alcuni rumor. Fortunatamente, il nuovo arrivato in casa Cupertino è stato riconosciuto su AnTuTu, famosissimo sito che si occupa di effettuare benchmark, che ne ha confermato i 2 GB di memoria RAM.

Si tratta di un’ottima notizia dal momento che una dotazione hardware del tutto analoga a quella di iPhone 6S dimostra che iPhone SE è un prodotto pensato per accontentare le esigenze di chi desidera un dispositivo più maneggevole ma al contempo senza rinunciare alle caratteristiche di fascia alta in modo da non deve accettare compromessi. Insomma, si tratta di un terminale pensato per durare nel tempo, senza alcun secondo fine se non quello di ridimensionare il device.

Ricordiamo, ad ogni modo, che iPhone SE non presenterà tutte le caratteristiche di iPhone 6S, la più rilevante delle quali il 3D Touch, che verrà a mancare sul nuovo iPhone. Tuttavia, si tratta di un dispositivo dalle caratteristiche hardware decisamente elevate e su cui potremo contare di ricevere il prossimo major update ad iOS 10.