Snapsolve

I tempi cambiano rapidamente e se prima per fare i compiti, almeno personalmente, dovevo imbattermi in mostri e draghi, fare lunghissime ricerche su volumetriche enciclopedie, oggi ad uno studente, basta digitare qualcosa su Google, et Voilà, il gioco è fatto.

Quante volte avete preso il dizionario per svolgere una traduzione? I moderni sistemi attuali ci permettono, non solo di tradurre rapidamente, ma anche di faticare il meno possibile. Oggi con l’applicazione SnapSolve, non bisognerà nemmeno più cercare nel motore di ricerca, basterà semplicemente fotografare il testo o l’esercizio, inviare la foto e attendere la risposta. Nel giro di circa un quarto d’ora l’app fornirà una risposta esaustiva e competa di spiegazione sul procedimento utilizzato.

Ma come fa Snapsolve ad aiutarci a fare i compiti?

Semplicemente grazie ad una squadra di tutor esperti che ricevendo il materiale da lavorare, si occupano dello svolgimento del compito inviato dall’utente. Se prima lo studente svogliato cercava banalmente la risposta su Google, almeno con Snapsolve riceve, oltre alla soluzione anche una spiegazione sullo svolgimento eseguito. Ogni soluzione è ben argomentata per permettere allo studente di capire meglio la problematica; un vero e proprio tutor di supporto.

Si ma quanto costa tutto questo?

Scaricando l’applicazione, le risposte per le questioni facili sono totalmente gratuite, per problemi più impegnativi, o per non attendere troppo la soluziona, si pagherà da 1.99$ fino a 9.99$ per ogni compito, a seconda della difficoltà. Creare un account è semplicissimo, al momento però il tutto lavora in lingua inglese, quindi domande e risposte saranno formulate in tale lingua.

Potrete scaricare l’applicazione direttamente dall’Apple Store o semplicemente cliccando sul badge seguente:

Badge-Apple-Store

Snapsolve Snapsolve

CONDIVIDI
Articolo precedenteTwitter migra in Europa per salvare la nostra privacy
Prossimo articoloMobilegeddon, oggi Google cambia algoritmo mobile