iPhone 8 sembra essere uscito dalla sua prima campagna pubblicitaria in queste nuove immagini
iPhone 8

La risposta di Apple al gigante Note 8 griffato Samsung non si è fatta attendere. Le voci attorno al prossimo iPhone 8 e, più in generale, al trittico di smartphone con a bordo iOS 11 in salsa 2017 si fanno gradatamente sempre più intense e precise. C’è già una data – plausibile ma non ancora confermata – che fa da rimando al 12 settembre, identificante per l’appunto un ricchissimo keynote che potrebbe segnare il debutto, tra gli altri, del nuovo smartwatch Apple Watch Series 3, impreziosito da connettività LTE. Qualora le tempistiche di cui sopra venissero confermate, iPhone 7S, iPhone 7S Plus e iPhone 8 potranno esser prenotati già a far data dal 15 settembre prossimo, con un lancio effettivo sul mercato programmato per la settimana successiva (il 22 settembre).

L’attenzione della rete è inevitabilmente raccolta verso iPhone 8, che segnerà importanti migliorie ed aggiunte rispetto ai modelli di generazione precedente. Verrà insignito out-of-box di 64 gigabyte di spazio di archiviazione interno (il listino del modello base si attesterà attorno ai 999 dollari, proprio come Galaxy Note 8 di Samsung), con l’opzione di tagli di memoria fino a quantitativo monstre (e immaginiamo anche di prezzi) di 512 gigabyte. iPhone 8 sarà insignito di un modulo di memoria flash NAND 64GB prodotto da SanDisk, mentre quello da 512 gigabyte sarà prodotto da Samsung e SK Hynix; il taglio da 256GB verrà realizzato da SanDisk e Toshiba.

Insomma, tante informazioni sul banco e tante conferme, tra le quali figura senz’altro anche quella inerente la memoria RAM. A detta dell’affidabile analista di KGI Securities, Ming-Chi Kuo, iPhone 8 sarà dotato di 3 gigabyte di RAM, conformemente ad iPhone 7S Plus; l’unico smartphone che affiancherà quelli di generazione precedente sarà iPhone 7S, dall’alto dei suoi <<miseri>> 2 gigabyte di RAM, per inciso gli stessi dell’attuale versione presente sul mercato.

Siamo evidentemente lontani dalle cifre enormi presenti su Android (OnePlus 5 Midnight Black e Slate Gray da 128GB vantano addirittura ben 8 gigabyte di RAM, ossia più del doppio di quella di iPhone 8 e iPhone 7S Plus), ma è anche vero che iOS richiede un minor quantitativo per il multitasking rispetto alla controparte Android. Ad ogni modo, Kuo afferma che la velocità di trasferimento DRAM su tutt’e tre gli iPhone 2017 sarà dal 10% al 15% più veloce rispetto ad iPhone 7, così da migliorare le prestazioni AR sui nuovi modelli.

VIAPhoneArena
CONDIVIDI
Articolo precedentePokémon GO, nuove misure contro i fake GPS
Prossimo articoloHuawei Nova 2 arriverà presto in Europa ad un prezzo non irrilevante