iPhone 8 non avrà un tasto Home fisico ma una simulazione virtuale posizionata sullo schermo

Secondo una nuovissima fonte citata da Bloomberg Apple starebbe lavorando ad un nuovo coprocessore da affiancare alla tradizionale CPU e GPU di iPhone 8. Il lavoro di questo processore sarebbe molto semplice, ovvero quello di gestire tutta la parte relativa alla AI ed i suoi sensori sul nuovo prodotto. In questo modo l’esecuzione di Siri e di tutti i servizi relativi sarebbero molto più veloci e precisi. Allo stesso modo la durata della batteria non dovrebbe assolutamente risentirne

iPhone 8 con Apple Neural Engine per la gestione della AI, Siri diventa ancora più intelligente

Secondo quanto riportato da Bloomberg:

Il processore dedicato per Siri aiuterà Apple a gestire ed integrare funzionalità avanzate all’interno del dispositivo. Potremmo quindi gestire le attività auto ed i relativi gadget che si baseranno sulla Realtà Aumentata in maniera più semplice e fluida. Questo perché il carico di lavoro non andrà ad incidere sul SoC Apple A11″.

In ogni modo questo nuovo coprocessore non sarebbe di certo il primo che Apple ha integrato nei suoi prodotti. iPhone 8 integrerà anche un particolare coprocessore di movimento, questo è integrato in iPhone sin da 2013 e registrerà tutti i movimenti del dispositivo. Speriamo di scoprire qualcosa in più già dal prossimo WWDC 2017.

FONTEfonte
CONDIVIDI
Articolo precedenteWWDC, presenti anche 21 studenti dell’Apple Developer Academy di Napoli
Prossimo articoloOppo R11 e R11 Plus, nuove immagini ed informazioni tecniche