iPhone 7 Jet Black

L’attenzione dei consumatori è mestamente rivolta verso iPhone 7 Jet Black, per inciso la nuova colorazione inaugurata da Apple sui due smartphone con a bordo iOS 10. Il dato inerente ai pre-ordini appare già infatti come una sentenza, certificando appieno gli apprezzamenti ed il successo raggranellato dall’inedita – e precaria – tonalità nero lucido. Un modo ulteriore per distinguere con ancor più forza la nuova gamma iPhone 7 dai modelli attualmente in commercio, in ossequio ad un aspetto estetico costruito pressoché a ricalco malgrado alcuni accorgimenti di rilievo (si pensi, su tutti, all’eliminazione del jack audio da 3.5 millimetri e dal sensore fotografico posteriore, più grande rispetto a quello di iPhone 6 e 6S).

Metter le mani su iPhone 7 Jet Black è insomma ancor più complicato. Ordinando il dispositivo presso il sito ufficiale Apple, i tempi di attesa oscillano nell’ordine delle 3-4 settimane e, addirittura, novembre se facciamo riferimento in quest’ultimo caso alla versione Plus dotata di schermo da 5.5 pollici. Meno richiesta per quel che riguarda le restanti tonalità, come confermato peraltro dai dati di consegna ritoccati verso il basso: due o tre settimane prima di poter ricevere a casa il nuovo iPhone 7, con un ulteriore scostamento in negativo se facciamo riferimento alle ben più <<pepate>> varianti da 128 e 256 gigabyte di spazio di archiviazione interno (arco temporale compreso tra il 16 ed il 23 settembre).

La scelta dei consumatori è insomma chiara, ma ad aggravare i dati sopra riportati è anche un’altra e non trascurabile condizione: le dispendiose operazioni compiute da Apple per ottenere la finitura in nero lucido. iPhone 7 Jet Black è infatti più complesso da realizzare, in ossequio ad un processo di anodizzazione e lucidatura ad alta precisione articolato in ben nove fasi. Una sottolineatura evidenziata da Apple nel corso del keynote di presentazione e posta come giustificazione alla risicata disponibilità della colorazione Jet Black, riservata in via esclusiva ai tagli di memoria più costosi (128 e 256GB).

iPhone 7 Jet Black va comunque a ruba, malgrado il prezzo e, soprattutto, alle avvertenze della stessa compagnia di Cupertino. Che all’interno del proprio sito ufficiale non ha tardato di avvisare esplicitamente la precarietà e delicatezza della tonalità nero lucido: <<la sua brillantezza potrebbe evidenziare microscopiche abrasioni>>. Un invito insomma acclarato a munirsi di una custodia protettiva.

via