iphone 7

Trapelano nuove informazioni sul futuro iPhone 7 di casa Apple ma che potrebbe interessare anche i nuovi iPad e tutti i dispositivi della casa di Cupertino dotati di un lettore d’impronte digitali integrato.

Secondo quanto riportato da diversi siti d’oltre oceano, Apple avrebbe infatti brevettato un nuovo servizio anti panico, legato proprio al lettore d’impronte digitale integrato sui propri dispositivi, da attivare in caso di pericolo o che si attiverebbe in automatico dopo il furto di uno smartphone o tablet Apple.

Il brevetto “Fingerprint activation of a panic mode”, registrato da Apple la scorsa primavera, funziona in modo semplice ed efficace: dopo aver registrato la propria impronta digitale ed aver attivato il sistema di sblocco con questo riconoscimento, nel caso si tenti di accedere al dispositivo sbloccandolo con un dito differente da quello memorizzato attiverà la “modalità panico” avviando alcune funzioni specifiche ad essa legate.

La modalità  panico potrebbe infatti bloccare immediatamente l’accesso al dispositivo ed ai dati in esso contenuti all’utente non autorizzato ad accedervi, ma non solo: il sistema potrebbe anche avviare una registrazione audio e video attraverso la fotocamera anteriore ed utilizzare la posizione GPS del dispositivo,  inviando questi dati attraverso iCloud, in modo da poter essere forniti alla polizia per semplificare l’identificazione della persona che ha effettuato un tentativo di accesso non autorizzato. Ancora, il nuovo iPhone 7 o i prossimi iPad in arrivo potrebbero attivare un allarme acustico molto potente, una sorta di sirena, per consentire l’individuazione del dispositivo oppure inviare il segnale di pericolo ad altri iPhone nelle vicinanze.

Ovviamente la nuova funzionalità anti panico di Apple non è stato ancora annunciata ufficialmente e non è dato sapere se arriverà sul prossimo iPhone 7 ed i nuovi iPad che debutteranno il prossimo anno o se la casa di Cupertino stia pensando di implementarla anche sugli attuali dispositivi in commercio dotati di lettore d’impronte digitali, ma siamo certi che quando arriverà, sarà sicuramente apprezzata dagli utenti, con la speranza inoltre che scoraggerà i furti di smartphone e tablet, sensibilmente diminuiti anche grazie alle tante innovazioni tecnologiche sul fronte della sicurezza, disponibili sul mercato in questi anni.

CONDIVIDI
Articolo precedenteTruffa WhatsApp: gli amici vi offrono nuove emoticons? Non accettate!
Prossimo articoloElephone risponde alla campagna UMi “Smash Elephone P8000”