iphone 6s

Dopo le tante indiscrezioni raccolte in questi mesi arriva l’ufficialità: iPhone 6S, iPhone 6S Plus e non solo, verranno presentati da Apple il 9 Settembre prossimo.

Apple ha annunciato ufficialmente che il 9 settembre prossimo, alle ore 10 del mattino, nell’auditorium Big Graham Civic di San Francisco, si terrà un nuovo evento, davanti ad una platea di 7mila persone e che sarà trasmesso in streaming in tutto il mondo. L’invito ricevuto dalle maggiori testate stampa di tutto il mondo e che riporta il motto “Siri, dacci un suggerimento” consentirà di partecipare alla presentazione ufficiale dei nuovi iPhone 6S ed iPhone 6S Plus e non solo.

iPhone 6S ed iPhone 6S Plus avranno un design simile ai predecessori ma saranno dotati del nuovo sistema Force Touch, in grado di riconoscere il livello di pressione esercitato sul display, dando così possibilità di utilizzo degli smartphone innovativi ed ancora tutti da scoprire e sviluppare. Sempre secondo le tante indiscrezioni trapelate, i due smartphone avranno una scocca decisamente più resistente rispetto ai predecessori, scelta dettata dalla volontà di non ricadere in un secondo “scandalo bendgate”, famoso problema della piegatura accidentale della scocca di iPhone 6 Plus. I nuovi smartphone dovrebbero inoltre essere dotati di nuove fotocamere anteriori e posteriori, in grado di garantire prestazioni ancora superiori rispetto alle già ottime unità fornite su iPhone 6 ed iPhone 6 Plus.

Apple però con tutta probabilità presenterà anche altre novità in occasione dell’evento, con la nuova Apple TV che farà probabilmente il suo debutto ufficiale, mostrando un hardware decisamente più potente rispetto al passato e funzionalità avanzate per i videogiocatori, il tutto in una scocca simile all’attuale, ma sopratutto la casa di Cupertino, potrebbe finalmente togliere i veli dal chiacchieratissimo iPad Pro, tablet con display da ben 12.9 pollici. 

Altra piccola ma importante novità, per la prima volta Apple trasmetterà in streaming l’evento non solo su dispositivi iOS e OS X con a bordo Safari, ma garantirà la visione anche a chi dispone di un sistema operativo Windows 10 con a bordo il nuovo browser di casa Microsoft, Edge.