ipad Pro

Mentre Microsoft lavora costantemente per raggiungere un sistema operativo multi piattaforma, Apple non sembra perseguire la stessa idea, nonostante sia imminente la distribuzione del nuovo iPad Pro. Anche se le funzionalità del nuovo tablet si siano avvicinate molto ad OS X, Tim Cook ha subito messo in chiaro il pensiero della società di non volere una convergenza tra i due sistemi operativi. Di seguito uno stralcio delle sue parole rilasciate durante un’intervista a The Indipendent.

Siamo convinti che i nostri clienti non siano realmente in cerca di una convergenza tra Mac ed iPad. Ciò che potrebbe accadere, e di cui siamo preoccupati, è che nessuna esperienza possa essere quella che desiderano i clienti. Vogliamo realizzare il miglior tablet al mondo ed il miglior Mac al mondo. Metterli insieme potrebbe non permetterlo e bisognerebbe iniziare a trovare compromessi.

Cook sottolinea l’impegno di Apple ad essere sempre la migliore in ogni ambito, dunque nessun compromesso per questo:

E’ pur vero che il gap tra un processore X86 e la “serie A” di Apple si è molto ridotto. Detto ciò, quello che abbiamo cercato di fare è riconoscere che le persone utilizzano entrambe le piattaforme. Così abbiamo preso alcune caratteristiche che hanno portato una continuità tra i dispositivi.

Tutto questo è nato per via delle recenti affermazioni di Tim Cook, a questo punto travisate, che sostenevano come iPad Pro sia tranquillamente sostituibile ad un PC, visto che il nuovo iPad Pro ha funzionalità che sono sufficienti a molte persone e che quindi non debbano necessariamente avere un PC.

Molte persone inizieranno ad usarlo ed arriveranno alla conclusione che non ci sarà più bisogno di usare qualsiasi altra cosa, a parte i loro smartphone.

Se qualcuno l’aveva sperato, la motivazione di Apple è abbastanza esaustiva: Essere i migliori in ogni dispositivo! Sarà così?

CONDIVIDI
Articolo precedenteWozniak contro l’ideologia di Tim Cook
Prossimo articoloNuovo spot promozionale sui prodotti Android