come installare APK e sorgenti sconosciute

Ci potremmo ritrovare un bel giorno ad avere la necessità di installare sul nostro dispositivo Android un’applicazione che non è più disponibile sul Play Store ma di cui è possibile ancora scovare l’APK in rete. Come installare APK e sorgenti sconosciute sul nostro smartphone, quindi? La soluzione è molto semplice ed assolutamente alla portata di tutti.

Prima di iniziare vi segnaliamo che in ogni caso il sistema operativo Android blocca di default la possibilità di installazione di APK da sorgenti sconosciute, che è un modo per salvaguardare la salute del dispositivo visto che i programmi e le applicazioni che scoviamo in rete sono infatti spesso infettate da virus; in ogni caso è comunque possibile trovare fonti autorevoli che condividono app la cui installazione si riveli sicura. Premesso questo, non ci assumiamo alcuna responsabilità nel caso in cui i vostri dispositivi dovessero presentare malfunzionamenti una volta abilitata l’installazione di app di terze parti. La guida è riportata al solo scopo informativo.

  1. Recatevi all’interno delle Impostazioni del nostro dispositivo Android, facilmente raggiungibili grazie al menù delle App;
  2. Recatevi ora all’interno della voce relativa alla “Sicurezza”, dove dovreste trovare un riferimento alle “sorgenti sconosciute”;
  3. A questo punto dovete fare tap su questa voce ed abilitare l’installazione delle sorgenti sconosciute, che altro non sono che APK presi da fonti esterne al Play Store di Google.
    Da adesso in poi potrete installare ogni programma trovato in rete e compatibile con il vostro dispositivo.

Vi continuiamo a dire che installare applicazioni dalla dubbia provenienza è pericoloso, ma spesso potrebbe essere l’unica via alternativa per recuperare un’app che ormai non c’è più. Dopo aver installato un numero significativo di applicazioni ricordatevi però di ripulire la memoria del vostro smartphone seguendo sempre la nostra utile guida qui presente.

CONDIVIDI
Articolo precedenteI prossimi Samsung Galaxy Serie A e C saranno dotati di dual camera
Prossimo articoloCome scaricare video YouTube da PC, smartphone e tablet Android