inge lehmann

Google dedica il Doodle di oggi al 127esimo anniversario di Inge Lehmann, geofisica danese che studio e spiego al mondo, il nucleo della Terra e non solo.

Google ha deciso quest’oggi di dedicare uno speciale Doodle per il 127esimo anniversario della nascita di Inge Lehmann, famosa geofisica danese, nata il 13 maggio del 1888 e famosa per i suoi studi sul nucleo della terra, le particolari onde sismiche conosciute come onde P e per l’individuazione di due particolari aree nella struttura interna della Terra, conosciute come “Discontinuità di Lehmann” in suo onore.

Le onde P

In un documento, dallo spartano titolo P’, Inge Lehmann riuscì per prima ad interpretare le onde P, un particolare tipo di onde sismiche, più veloci rispetto alle tradizionali e quindi rilevabili più rapidamente dalla stazioni sismiche e ed evidente riflessione dovute alla presenza di un nucleo interno della Terra. Questa interpretazione fu adottata nel giro di due-tre anni da altri importanti sismologi del tempo, come Beno Gutenberg, Charles Richter e Harold Jeffreys.

[

Il nucleo della Terra

Prima degli studi della Lehmann si credeva che il nucleo della Terra fosse esclusivamente composto da materia liquida, ma grazie alla geofisica danese, si arrivò a comprendere che il nucleo del nostro pianeta è composto sia da una parte esterna liquida, composta da ferro e nichel, con temperature di circa 3000 °C, ed una parte interna, solida e composta quasi esclusivamente di ferro, con un raggio di circa 1250 km ed una temperatura vicina ai 5400 °C.

inge lehmann

Discontinuità di Lehmann

La Lehmann è famosa anche per essere riuscita, proprio grazie agli studi sulle onde P e sul nucleo della terra, ad individuare due particolari aree nella struttura interna del nostro pianeta, chiamate discontinuità: la prima presente ad una profondità di circa 5mila chilometri, tra il nucleo esterno ed interno del pianeta, l’altra a circa 200 km di profondità. Grazie allo studio di queste discontinuità. chiamate in suo onore Discontinuità di Lehmann, è stato possibile studiare e comprendere la complessa struttura interna del nostro pianeta ed il suo modo funzionare.

Un Doodle da Google ed un meteorite con il suo nome

Inge Lehmann, il cui incredibile impegno nello studio della terra, la portò a ricevere innumerevoli premi in tutto il mondo nei suoi ultimi anni di vita, è morta a Copenhagen il 21 febbraio 1993, anno in cui un asteroide prese in suo onore il nome Ingelehmann. Google ha deciso oggi di renderlo omaggio, realizzando un particolare Doodle, presente nella home page del noto motore di ricerca, che mostra la Terra divisa in due parti ed al centro è possibile notare una piccola sfera luminosa: il nucleo della terra, studiano ed analizzato per anni dalla ricercatrice danese.

inge lehmann

CONDIVIDI
Articolo precedenteGoogle Car, il futuro sicuro dell’auto con 11 incidenti in 6 anni
Prossimo articoloFitbit e Strava uniscono le forze per aiutare gli atleti a raggiungere prestazioni migliori