Tablet e smartphone aiutano a studiare e imparare le lingue. Era inevitabile che la tecnologia si muovesse anche verso questa direzione e noi, non possiamo che esserne felici. E’ stato uno studio realizzato da ABA English a mettere in evidenzia come un uso quotidiano delle tecnologie è rivolto in gran parte anche alle app che migliorano l’apprendimento.

ABA English, l’accademia online che vanta la bellezza di 4 milioni di alunni, ha da poco lanciato un’app che permette ai ragazzi di imparare presto e meglio l’inglese, grazie al supporto dei film.

Si, l’enorme diffusione di massa di questi strumenti ha spinto gli italiani a uscire dalla propria zona di comfort e mettersi finalmente in gioco, impegnandosi seriamente nello studio di una o più lingue. La bellezza del 71% degli italiani ha dichiarato di aver scaricato, anche solo una volta, un’app che potesse migliorare il proprio livello di cultura. E non solo, sono al secondo posto tra quelle più utilizzate.

La statistica dimostra che l’85% delle persone usa le app inserite in “Utility”. Il 63% in quella “educazione”. A seguire troviamo “divertimento” (20%), “salute”(17%), “bambini”(7%).

Nella sezione apprendimento quelle più scaricate sono quelle che riguardano le lingue, a seguire gli esercizi di memoria, poi la musica e l’educazione infantile.

L’82% di coloro che utilizzano le app per imparare le lingue, si ritengono soddisfatti dei risultati. Ammettono che il loro livello linguistico è effettivamente migliorato. Queste app vengono utilizzate da 1 a 5 volte a settimana e qualcuno vi dedica anche diverso tempo nell’arco di una giornata.