iOS 9.2.1 errore 53

Apple ha rilasciato un nuovo aggiornamento ad iOS 9.2.1 build 13D20 col preciso scopo si risovere il famigerato errore 53 che causa un malfunzionamento del sensore preposto al riconoscimento  dell’utente attraverso il Touch ID del dispositivo. Come ben ricorderete, l’errore, si ha nel momento in cui l’utente si affida all’assistenza tecnica di personale estraneo al supporto ufficiale della grande mela. Il bug, del quale si è venuti a conoscenza all’inizio di questo mese, pare sia stato completamente risolto grazie al rilascio di un nuovo aggiornamento da parte della società di Cupertino.

Erorre 53 è risolto da Apple, scarica iOS 9.2.2 build 13D20

Apple adotta dei criteri davvero rigidi per quanto concerne la gestione dei dispositivi e del sistema ad essi annesso, lo prova la disputa in corso tra l’FBI e la società a causa di un sistema forse troppo affidabile sotto il profilo sicurezza e crittografia dati. Ancor più frequentemente, invece, assistiamo agli invani tentativi di utenti e gruppi hacker professionisti di sbloccare i propri device sfruttando falle di sicurezza rilevate nel sistema cui Apple risponde prontamente attivando i propri analisti ed ingegneri software. In particolare l’argomento clou di questo mese è stato l’errore 53, verificatosi a causa dell’installazione forzata di un aggiornamento da parte di addetti al supporto tecnico dei dispositivi con Touch ID integrato non espressamente autorizzati da Apple all’intervento.

L’iPhone non può essere ripristinato; errore sconosciuto (53)

iOS 9.2.1 errore 53Nel caso in cui si materializzasse tale messaggio sul vostro display le soluzioni sono essenzialmente due: affidarsi all’assistenza ufficiale Apple per il ripristino del problema oppure scaricare il nuovo update iOS che consente di eliminare l’nconveniente di non vedersi riconosciuto il Touch ID. Attraverso iTunes potrete quindi scaricare il nuovo aggiornamento ed eliminare l’errore verificatosi. Una misura che si è potuta avere solo a seguito di forzose proteste che dagli USA, attraverso class action, sono giunte anche nel resto del mondo. Apple, che inizialmente aveva deciso ad un ritiro forzato dei dispositivi corrotti presso gli Apple Store ufficiali, ha smorzato i toni ed ha optato pe ril rilascio dell’update iOS 9.2.1 per iPhone ed iPad.

VIA

CONDIVIDI
Articolo precedenteNuove conferme sul nome One M10 per il prossimo top di gamma HTC
Prossimo articoloLG e B&O: la collaborazione porta prestazioni audio elevate su G5