smartphone con display flessibile

E’ già da tempo che si discute dell’arrivo dei primi smartphone con display flessibile, dai più considerati come la prossima importante e significativa evoluzione del mercato mobile. L’arco temporale di uscita, più volte abbozzato nel corso degli ultimi mesi, sembra però esser stato nuovamente ritrattato. Se, da un lato, apparivano plausibili i rumors legati ad una possibile presentazione dei dispositivi all’interno della suggestiva cornice dell’ormai imminente CES 2017 di Las Vegas (con Samsung e LG pronte a recitare un ruolo di primo piano, in ossequio all’ufficializzazione di due rispettivi prodotti), dall’altro c’è da fare i conti con una tecnologia che, giocoforza, dovrà esser ancora affinata prima di esser data <<in pasto>> agli esigenti consumatori.

Insomma, il sentore che gli smartphone con display flessibile possano non esser poi così vicini è forte. Lo rivela una recente ricostruzione di Kolon Industries, una società che recita un ruolo di prim’ordine nello sviluppo di questa tecnologia, giacché fornisce alcuni dei propri prodotti ad aziende leader quali Samsung e LG, oltretutto ben consolidate nella produzione di display. Ebbene, secondo le informazioni della fonte, le società impegnate nella produzione di massa dei primi dispositivi pieghevoli oscilleranno tra tre e cinque e ufficializzeranno i loro prodotti entro lo spirare del 2018. Certo, l’arco temporale è piuttosto dilatato e in fondo potrebbe anche significare un debutto degli smartphone con display flessibile già sul finire del 2017. Una cosa sembra però esser certa: le speranze di una ufficialità dei primi dispositivi flessibili al CES 2017 di Las Vegas sono ridotte all’osso se non addirittura nulle.

Per certificare l’affidabilità di Kolon Industries basti pensare che trattasi dell’unica azienda al mondo con i mezzi necessari per produrre in serie il poliimmide incolore, elemento per inciso imprescindibile pronto a rimpiazzare le più canoniche lastre di vetro rigidi degli attuali pannelli. Tra l’altro è in stretto contatto con Samsung e LG, le due case produttrici impegnate più di tutte nella <<revolution>> mobile firmata dispositivi flessibili.

Kolon Industries suggerisce altresì che i primi smartphone con display flessibile, che potrebbero essere a questo punto rilasciati sulla fine del prossimo anno oppure direttamente nel 2018, avranno un raggio di curvatura di 5 millimetri rispetto alle attuale speculazioni di mercato che poggiavano sul valore di 1 millimetro. Insomma, la situazione è tutta in divenire, in attesa del definitivo punto di svolta.

via