In una lunga intervista rilasciata al Wall Street Journal, Eric  Schmidt, presidente di Google dichiara che i Google Glass non sono morti ed anzi sono quasi pronti per al debutto.

In questi giorni i Google Glass, gli occhiali hi-tech della casa di Mountain View, sono al centro di forti speculazioni giornalistiche, dovute alla scelta dell’azienda di sospenderne la vendita ad inizio di questo 2015, parlando addirittura di un fallimento del progetto e del conseguente abbandono dello sviluppo, ma il tutto è stato smentito direttamente da Eric Schmidt, presidente di Google, che in una lunga intervista rilasciata sul Wall Street Journal, ha dichiarato che la tecnologia dietro ai Google Glass è troppo importante per essere buttata via e che il progetto è stato affidato nelle mani di Tony Fadell (fondatore della Nest) per “renderlo pronto per gli utenti” in futuro.

L’intervista

Nella lunga intervista rilasciata, Eric Schmidt ha parlato del presente e del futuro di Google, passando dalle auto senza pilota per arrivare ai Google Glass, al centro delle speculazioni mediatiche di queste settimane e dei quali ha dichiarato:

“Abbiamo terminato il programma Explorer e la stampa ci ha attaccato, dichiarando che il progetto è chiuso e fallito, ma questo non è vero. Google conosce i rischi, ma nulla ci suggerisce di porre fine al progetto dei Google Glass.” Schmidt ha inoltre aggiunto, sempre parlando dei Glass, che rimangono unagrande e molto importante piattaforma per Google” e che, proprio come le automobili automobili senza pilota, il dispositivo indossabile è un “work in progress” per il quale serviranno diversi anni per vederne i risultati. “E’ come dire che l’auto senza pilota è una delusione perché non mi sta guidando intorno ora.

I Google Glass 2.0

Alcune indiscrezioni trapelate a fine Dicembre, indicavano Google pronta a lanciare la versione dei Google Glass 2.0 già la prossima estate, proponendo un dispositivo decisamente più economico, dotato di un design rinnovato, con una particolare attenzione per garantire una maggiore durata della batteria e con la componentistica fornita direttamente da Intel.

Ovviamente l’intervista di Eric Schmidt dimostra come il lavoro per lo sviluppo dei nuovi Google Glass sia ancora lontano dal terminare, ma conferma anche la volontà di non abbandonare un progetto in cui la società crede fortemente e che porterà, prima o poi i Google Glass nei negozi.

Via