Huawei P20 Porsche Design in arrivo con fingerprint sotto schermo

Huawei P20 Porsche Design in arrivo con fingerprint sotto schermo

Huawei P20 Porsche Design è pronto a collocarsi ai vertici dell’intera categoria mobile. Non soltanto per quanto riguarda le caratteristiche e le specifiche tecniche, ma anche e soprattutto per il prezzo di listino col quale sarà identificato sul mercato. Sì, perché sulla falsariga dell’analoga versione inaugurata ai tempi del lancio di Mate 9, il modello realizzato in collaborazione con lo storico e quotatissimo marchio tedesco sfonderà la quota psicologica dei mille euro. Collocandosi addirittura anche al di là di iPhone X.

Una mossa tutto sommato abbastanza preventivabile, dal momento che Huawei P20 Porsche Design sarà più che altro una variante premium progettata ad-hoc per una ristretta cerchia di utenti, attratti magari dalla patnership tra le due aziende. Il brand tedesco porterà ad ogni modo con sé alcune caratteristiche differenziate rispetto all’intera gamma P20, ad incominciare dall’aspetto estetico. Acclarata la presenza di un display con cornici sottili e rapporto in formato 18: 9, sarà la parte posteriore a mutare completamente, in ossequio alla presenza di tre sensori per la fotocamera disposti però orizzontalmente. Un modo evidentissimo, quest’ultimo, per respingere ogni assonanza con l’ultimo smartphone di Apple, nel tentativo di dar una personalità forte al modello più costoso e blasonato dei nuovi smartphone Huawei attesi il prossimo 27 marzo.

Il sistema di lenti triple, inframmezzato ancora dal flash LED, farà ancora leva sulla collaborazione con Leica, mettendo in mostra, alla stregua di Huawei P20 Pro, un obiettivo standard, un obiettivo principale e un obiettivo grandangolare. Il CEO del gigante di Shenzhen ha speso parole importanti sul comparto fotografico dei prossimi modelli di punta di casa Huawei, definendoli addirittura come i migliori cameraphone presenti sul mercato.

Il secondo elemento distintivo di Huawei P20 Porsche Design sarà però il lettore di impronte digitali, assente sulla parte posteriore e, conseguentemente, incastonato sotto il display. Una soluzione finora più unica che rara, pronta a far scuola nel panorama mobile e, nell’immediato, battere sul tempo avversari del calibro di Samsung e Apple. Lo smartphone sarà ufficializzato in occasione del 27 marzo, di concerto con le versioni Pro, Lite e standard.

FONTE: Gizchina