Huawei Nova Huawei Nova Plus

Huawei pigliatutto in questo 2016. Il buon successo raggranellato con i terminali più in auge (leggasi Huawei P9 e P9 Plus) fa il paio con altrettanto validi prodotti collocati in segmenti di mercato più bassi. Il rimando va, in particolare, a Huawei Nova e Nova Plus, oltre che ad alcuni terminali di derivazione Honor capaci di riscuotere un successo inequivocabile e imponente (Honor 5X, relativamente al segmento di fascia medio-bassa, e soprattutto Honor 8, un vero e proprio top di gamma ad un prezzo di listino aggressivo e competitivo).

Huawei ha grandi progetti per il 2017, con il <<chiodo fisso>> dettato dalla voglia di superare Apple e attestarsi nella seconda piazza del mercato mobile. L’anno che verrà sarà pertanto decisivo per capire le sorti dell’azienda, che frattanto sta lavorando alacremente da un punto di vista software: anche in tal senso passa la crescita di una società, ed è per questo che gran parte dei terminali smerciati quest’anno stanno gradatamente mettendo le mani sulla più recente versione di Android.

E così, dopo Mate 8, Huawei P9 e P9 e Honor 8, è la volta di Huawei Nova, validissimo prodotto di fascia media spinto dall’altrettanto apprezzato processore Snapdragon 625 di Qualcomm (buona soluzione in termini di bilanciamento tra consumi e potenza). Lo smartphone è ad oggi strutturato strutturato, da un punto di vista software, secondo i dettami della EMUI 4.1, basata ancora su Android Marshmallow 6.0.1. Una versione non proprio recentissima, pronta finalmente ad essere rimpiazzata dal nuovo corso Android Nougat 7.0. E’ infatti recentissima la notizia secondo la quale tutti i Huawei Nova smerciati in Cina potranno essere iscritti al programma software in versione beta della società, così da permetter loro di essere aggiornati alla nuova EMUI 5.0, strutturata per l’appunto secondo le novità salienti di Android Nougat 7.0.

Il software – contrassegnato sotto il numero di firmware B321 – è attualmente mera prerogativa del mercato cinese, ma non escludiamo un approdo a stretto giro di posta anche per tutti i restanti mercati nei quali Huawei Nova è stato smerciato ufficialmente. Una buona notizia, insomma, in attesa del rilascio definitivo di EMUI 5.0 anche per l’apprezzato smartphone di fascia media griffato Huawei.