Huawei Mate 9 Lite

Senza troppi annunci al fulmicotone o presentazioni in pompa magna, Huawei ha ufficializzato in queste ultime ore il lancio commerciale del già chiacchierato Huawei Mate 9 Lite. Trattasi, nello specifico, di una versione <<più piccola>>, meno potente – e, dunque, anche più economica – dell’attuale phablet Android top di gamma svelato ad inizio novembre. Non mancano pur tuttavia alcune <<chicche>> di rilievo, ma anche perplessità e forzature: si pensi, ad esempio, all’implementazione di Android Marshmallow (personalizzato ad-hoc mediante l’interfaccia grafica EMUI 4.1) e non, invece, al ben più recente Nougat 7.0, installato di default su Mate 9 standard ed annessa versione premium Porsche Design.

Riannodando le fila del discorso, Huawei Mate 9 Lite va a rimpinguare il segmento di fascia media del mercato mobile. L’aspetto estetico è lo stesso del <<fratello maggiore>>, iscritto nel caso specifico in un corpo dalle dimensioni più contenute: 150.9 x 76.2 x 8.2 millimetri di spessore, con peso di 162 grammi. Il telaio è realizzato in metallo, e racchiude un display da 5.5 pollici a risoluzione Full HD (1920 x 1080 pixel) e una batteria da 3.340mAh.

Le diversità più eclatanti riguardano però la scheda tecnica. Sì, perché ad animare Huawei Mate 9 Lite è il processore proprietario Kirin 655 (lo stesso per inciso di Honor 6X, con configurazione octa-core a 64bit e frequenza operativa da 1.7GHz), in coppia con 3 gigabyte di memoria RAM e 32 gigabyte di spazio di archiviazione interno. Lo smartphone verrà immesso sul mercato in due differenti configurazioni, giacché la seconda sarà impreziosita dall’accoppiata 4GB RAM e 64GB di storage interno.

A conti fatti, Huawei Mate 9 Lite riprende in modo pressoché totale l’attuale Honor 6X presentato lo scorso ottobre, in ragione dell’affinità in termini di estetica e di scheda tecnica. Le dimensioni sono infatti le medesime, così come le mancanze: si pensi, ad esempio, al WiFi 802.11 b/g/n e ad un software non propriamente aggiornato. Identico è anche il comparto multimediale, che poggia sulla parte posteriore sulle fotocamere da 12 e 2 megapixel (non Leica) con pixel larghi 1.25 micron, mentre quella anteriore si attesta a 8 megapixel.

Manca ancora una specificazione sui prezzi di listino di Huawei Mate 9 Lite, che dovrebbero esser più cari del fratello gemello Honor 6X. Lo smartphone è stato per ora annunciato soltanto in Russia, ed i prossimi giorni saranno decisivi per valutare il suo possibile approdo anche nella restante schiera di mercati principali.

via

CONDIVIDI
Articolo precedenteFacebook aggiorna il Safety Check, ora può essere attivato dagli utenti
Prossimo articoloGear S3: supporto a Samsung Pay anche su smartphone di terze parti