Finalmente Huawei ha mostrato ad IFA 2017 il suo nuovo processore Kirin 970, che andrà ad alimentare il prossimo Huawei Mate 10.

Il processore Kirin 970 possiede delle specifiche tecniche interessanti e la particolarità di integrare un’intelligenza artificiale per rendere più efficienti alcune funzionalità dei dispositivi. Prodotto da TMSC, è una CPU con processo produttivo a 10nm che possiede 5,5 miliardi di transistor.

Nuova CPU, nuova architettura. Kirin 970 è una CPU Octa-Core con 4 core ARM Cortex-A73 a 2.4GHz e 4 core ARM Cortex-A53 a 1.8GHz con GPU Mali-G72 MP12. L’architettura del processore è basata su HiAI (Hi-Silicon AI) e possiede un modem Cat. 18 a 1.2Gbps e dual ISP.

Novità interessante riguarda l’adozione di reti neutrali tramite la Neutral Processing Unit (NPU) che promette delle performance 3 volte superiori rispetto a quelle offerte dal Kirin960 (circa 1.92 TFLOP contro i 0.6TFLOP). Un miglioramento si avrà per quanto riguarda le prestazioni con un aumento di x25 mentre l’autonomia aumenterà di x50.

Grazie al supporto dell’HDR10, decodificazione dei video 4K 60fps e codificazione 4K 30fps sarà possibile visualizzare filmati in HDR; non manca il supporto a Security Engine TEE e inSE.

Per testare a pieno le specifiche tecniche di questo processore non resta che attendere ancora un po’ per la presentazione del dispositivo top di gamma dell’azienda, ovvero Huawei Mate 10.