htc-logo

Dopo le anticipazioni emerse in giornata, ecco che arriva la conferma ufficiale da parte del produttore taiwanese nel quale si afferma che HTC Italia chiuderà ufficialmente i battenti, pur non interrompendo la vendita ed il supporto dei suddetti smartphone nella nostra nazione. Riportiamo quindi le parole in merito a questa decisione:

“Confermiamo che HTC ha chiuso il suo ufficio italiano, tuttavia continueremo a portare avanti i nostri affari attraverso la rete di distributori locali già nostri partner. Come parte di uno strategico programma di riallineamento del business, che prevede l’adozione di un modello operativo più lineare ed agile, questa nuova configurazione ci permetterà una significativa e produttiva crescita attraverso le nostre tre aree di maggior interesse: smartphone, device connessi e realtà virtuale.”

Come previsto, ad essere interessata dal provvedimento è solo l’ufficio italiano e le vendite non si interromperanno. Di certo la preoccupazione tra gli utenti resta, anche in previsione del supporto che verrà fornito con aggiornamenti vari. Stando alle parole ufficiali non si verificheranno cambiamenti per l’utente finale; di certo questo clima di incertezza e di instabilità non può far bene all’azienda stessa, anche in previsione del lancio di HTC 10 ovvero il prossimo top di gamma che verrà presentato il 12 aprile prossimo.

Nei prossimi giorni si avranno di certo ulteriori dettagli sul nuovo assetto della società e vedremo la capacità del brand di riorganizzarsi senza andare a scapito dei clienti. La speranza è che nonostante questi riallineamenti della società le vendite dei terminali possano riprendere, consentendo al noto produttore di smartphone di uscire senza troppe perdite da questo periodo di crisi profonda. Di certo il lancio del nuovo top di gamma porterà l’attenzione mediatica rivolta verso il prodotto che potrebbe rivelarsi la miglior proposta del 2016.