Ultimamente Google+ ha reso noto a ogni utente della popolare piattaforma che alcune delle foto in essa condivise pubblicamente potrebbero essere visibili su Google Maps. Quello che è importante precisare onde evitare allarmismi di sorta, è che la cosa non avviene indiscriminatamente e a dispetto del nostro diritto alla privacy, ma solo in relazione ad immagini che soddisfino determinati requisiti; dunque, è nostra premura attraverso questa guida fare chiarezza sulla questione affinché ognuno possa capire cosa e in che modo stia di preciso condividendo col web, ed eventualmente modificare le proprie impostazioni.

Le condizioni per cui un’immagine appaia automaticamente su Google Maps sono le seguenti:

  • una foto deve essere pubblica
  • una foto deve essere associata a una posizione
  • una foto deve trovarsi all’interno di un album pubblico sul proprio Google+, con selezionata l’opzione “Mostra posizione”
  • una foto deve acconsentire alle norme di Google per i contenuti

Quindi nulla di trascendentale, Google Maps sta solo prendendo foto che prima di tutto avete condiviso pubblicamente, e in secondo luogo alle quali risulti allegata la posizione. A questo proposito sarà bene precisare che è anche possibile separare le due cose: nel senso che si può allegare una posizione a un’immagine che si è deciso di non condividere pubblicamente, oppure renderne pubblica una alla quale non sia stata associata la posizione (in entrambi i casi le immagini non andranno su Google Maps).

Il problema è che nonostante sia piuttosto semplice nascondere la posizione di immagini catturate dal web agendo direttamente sul sito di provenienza, non sembra al momento disponibile un metodo altrettanto immediato per effettuare l’operazione dall’applicazione stessa di Google+, ma occorreranno alcuni passaggi.

Prima di tutto andate su g.co/views e cliccate sul vostro nome (naturalmente dovrete esservi identificati). Ora vi apparirà una schermata con alcune informazioni tra cui il numero di foto da voi condivise con l’app ed una specifica che vi confermerà o meno la presenza di foto vostre su Google Maps. Qui potrete anche visionare le fotografie condivise su Google+ che abbiano associata una posizione, semplicemente cliccando sul comando “Visualizza tutte le foto pubbliche con informazioni sulla posizione“:

Google Maps

A questo punto vi verrà visualizzato un riquadro con all’interno le suddette foto. Se voi selezionate una qualunque di esse, in alto a destra apparirà un overflow menu (rappresentato da tre puntini disposti verticalmente), cliccando sul quale otterrete una serie di opzioni tra cui “Gestisci i dati sulla posizione“:

Google Maps 4

Selezionandola, apparirà una finestra che vi consentirà, eventualmente, di deselezionare la dicitura “Mostra dati sulla posizione“.

Google Maps 3

In effetti sono un po’ di passaggi e Google dovrebbe migliorare questa funzione atta a deselezionare la condivisione della posizione, rendendola semplice ed intuitiva almeno quanto l’operazione stessa di condivisione; per il momento però ci accontentiamo, sicuramente vale la pena di spendere alcuni minuti per verificare cosa stiamo condividendo e con chi.

Via

CONDIVIDI
Articolo precedenteDisponibile Android 4.4 KitKat per Samsung Galaxy S3 LTE (GT-I9305N)
Prossimo articoloSony lancia Xperia Z3 e Xperia Z3 Compact in India, presto anche in Italia