Google sfida Uber

Si avvicina il lancio ufficiale delle automobili con sistema driverless che il colosso di Mountain View avrebbe iniziato a sperimentare in Texas lo scorso luglio, perché ora Google sfida Uber!

Le automobili prive di conducente di Google sarebbero finalmente giunte a un’avanzata fase di sviluppo, e in vista del loro rilascio sul mercato l’azienda statunitense avrebbe deciso di perfezionare la propria strategia. In base a questa, secondo le ultime indiscrezioni, sarebbe in cantiere un’inedita divisione della celebre compagnia, interamente dedicata alla nuova tecnologia e finalizzata all’allestimento di un vero e proprio servizio di noleggio. Il suddetto reparto verrebbe realizzato nel corso dell’imminente nuovo anno, e con esso Google sfida Uber, la società già in essere specializzata, attraverso un’applicazione mobile, nella fornitura di un servizio di trasporto similare, basato però sulla disponibilità di automobilisti situati nelle vicinanze geografiche degli utenti che richiedono la corsa (quindi niente pilota automatico).

Un’altra differenza fondamentale sta nel fatto che le vetture di Google non saranno a disposizione di privati per spostamenti urbani o extraurbani che dir si voglia come avviene con Uber, bensì adempiranno a specifici compiti di trasporto all’interno di aree ristrette prestabilite quali località militari o città universitarie. Le auto sarebbero anch’esse prenotabili mediante un’app dedicata, almeno secondo le ipotesi più accreditate di recente formulate, sebbene non sia ancora chiaro quando il servizio potrà essere materialmente attivato.

CONDIVIDI