Google rende le Android Instant App più snelle e veloci per una migliore esperienza utente

Google rende le Android Instant App più snelle e veloci per una migliore esperienza utente

Al momento le Android Instant App di Google non sono del tutto pronte per essere utilizzate dalla totalità degli utenti. Il motore di ricerca deve caricare il servizio all’interno del dispositivo su cui si intende utilizzarle e ciò potrebbe rallentare l’accesso all’applicazione e consumare spazio di archiviazione prezioso per l’utente.

Per interrompere questo circolo vizioso, BigG ha deciso di aggiornare il proprio kit di programmazione per consentire agli sviluppatori di fornire configurazioni che mirano solo a determinati profili di periferiche come display, architettura del chip e lingua di sistema.

Per fare un esempio pratico basta immaginare di avere uno smartphone in lingua italiana con schermo a bassa risoluzione ed un processore ARM; in questo caso non c’è bisogno di scaricare i dati necessari per l’alta risoluzione, per un chip Intel o per qualsiasi altra lingua. Utilizzando questi ‘aggiornamenti’ gli sviluppatori potranno rendere le Android Instant App più performanti consentendo di risparmiare fino al 10% di spazio su disco.

In questo modo, gli utenti avranno maggiori possibilità di mantenere i dati dell’applicazione nel caso in cui si decida di installarla successivamente in versione completa. Inoltre, Android 8.0 Oreo non resta più il pre-requisito minimo per il funzionamento di queste Android Instant App in quanto il supporto è stato esteso anche agli smartphone con Android Lollipop e versioni superiori.

Detto questo, il divario tra le Android Instant App e le applicazioni complete dovrebbe essere notevolmente ridotto, soprattutto per gli utenti che utilizzano smartphone con minori capacità di memoria ed una versione di sistema operativo meno recente. Purtroppo l’attesa sarà comunque lunga in quanto gli sviluppatori dovranno adattare le loro applicazioni al nuovo kit fornito da Google e ciò richiederà un lavoro non indifferente. Per maggiori informazioni vi consigliamo di visitare la pagina di supporto ufficiale per sviluppatori.

 
Hai trovato questa notizia interessante e vuoi ricevere tutte le news di giornata per posta elettronica? Iscriviti alla newsletter di KeyforWeb.it inserendo qui sotto la tua email: