energia solare

Google investe circa 300 milioni di dollari nella SolarCity per finanziare un progetto che porterà l’energia solare nelle case americane.

Google crede fortemente nelle energie rinnovabili, come dimostra l’investimento di circa 300 milioni di dollari appena effettuato dalla società di Mountain View in una raccolta fondi realizzata dalla SolarCity per un progetto che porterà l’energia solare nelle case degli statunitensi, grazie all’installazione di appositi pannelli fotovoltaici.

Il progetto SolarCity

Questo di Google è il maggiore investimento effettuato dalla società nel settore delle energie rinnovabili, superando anche quello già effettuato proprio con l’entrata in borsa nel 2011 di SolarCity, di 280 milioni di dollari, per la ovvia gioia dei dirigenti dell’azienda, come ammesso dallo stesso capo esecutivo Lyndon Rive:

“Le aziende stanno iniziando a capire l’importanza di utilizzare l’energia pulita. Storicamente le aziende che hanno finanziato la distribuzione di energia solare sono stati i grandi istituti finanziari e abbiamo visto il sempre maggiore interesse nel settore delle aziende tecnologiche per aiutare a trasformare una infrastruttura ‘sporca’ in una infrastruttura ‘pulita’.”

Attraverso questa raccolta fondi, SolarCity potrà coprire i costi di installazione dei pannelli fotovoltaici nelle case di quindici stati degli USA: le installazione saranno completamente gratuite per gli utenti, che dovranno esclusivamente pagare una sorta di canone mensile, ma disporranno così di energia pulita e gratuita nell’intera casa. SolarCity invece raccoglierà tutta quell’energia in eccesso prodotta dai pannelli e non utilizzata dalla residenza per distribuirla nella propria rete elettrica e quindi rivenderla.

CONDIVIDI