Google Pixel

Google Pixel, rappresenta, ad oggi il centro della scena mobile di tutto il mondo. Il colosso di Mountain View ha presentato i suoi nuovi terminali nel corso della giornata di ieri e, da allora, si sono moltiplicate le informazioni inerenti questa nuova line-up di dispositivi.

Nuova informazioni, nello specifico, sono state fornite per previsioni di adozione, spazio libero disponibile all’utente e Bootloader. Scopriamole.

Google Pixel Verizon: Bootloader bloccato

Con Nexus 6, il bootloader non era bloccato. Una situazione che potrebbe non ripetersi con gli attuali Pixel Phone che, per il momento, non sono da annoverare tra i dispositivi “modding friendly”. Trattandosi di un brand del tutto nuovo, comunque, le possibilità restano aperte, sebbene @evleaks abbia detto su Twitter che i telefoni in vendita prezzo Verizon Wireless US  avranno il bootloader non sbloccabile. Una condizione che potrebbe verificarsi anche con i device unlocked. Ne sapremo di più in futuro.

Google Pixel: quanto spazio disponibile?

Con Google Pixel abbiamo avuto modo di incontrare due varianti standard: 32 e 128GB. Stando ai dati rilevati, ed a fronte di un OS che occupa 5.39GB, ci troviamo con in mano un residuo di circa 24.3 GB che, a seguito di futuri update applicativi, è destinato a scendere drasticamente.

Il quantitativo sopra indicato potrebbe sembrare esagerato per una distro stock di Android, ma c’è un motivo preciso. Di fatto, Google ah implementato un sistema Silentper l’installazione degli update.  I file vengono scaricati e installati in background, ed applicati dopo un riavvio del telefono. Questo provoca una duplicazione della partizione di sistema che scambiano dati durante il riavvio. Lo stesso metodo che verrà applicato per tutti i device Nougat.

Considerando lo spazio illimitato per Foto e Video su Google Foto, la variante da 32GB non dovrebbe costituire un problema sul fronte dello storage.

Google Pixel: quanti se ne venderanno?

Gli ordini inizializzati da Google per i suoi Pixel sono stati stimati in 500.000 Google Pixel e 500.000 Google Pixel XL, allo scopo di coprire almeno questi ultimi mesi dell’anno. Un lotto che, secondo alcune indiscrezioni, dovrebbe coprire solo il 10% dell’intera produzione annuale prevista.

VIA

 

CONDIVIDI