Google Pixel Google Pixel XL

Google Pixel e Pixel XL continuano a dominare la scena della rete, in ossequio all’apparizione di molteplici indiscrezioni condite, per l’occasione, da immagini leaked e dal vivo. Come quella di oggi, ad esempio, che affianca l’ufficialità da parte della compagnia di Mountain View dei nuovi smartphone pronti al debutto il prossimo 4 ottobre. La veridicità della fotografia è ancora tutta da verificare, ma i dettagli sono ad ogni modo evidenti ed eloquenti, mostrando appieno le linee estetiche dei dispositivi – in tonalità bianca – già intraviste ed anticipate da precedenti indiscrezioni.

Insomma, pur in assenza di conferme degne di rilievo, possiamo già considerare come veritiera e plausibile l’immagine delle ultime ore, giacché riprende pedissequamente il design svelato a suo tempo dall’affidabile redazione di Android Police. Google Pixel e Pixel XL saranno costruiti interamente in metallo e, al netto della diversità di display e risoluzione (rispettivamente da 5 pollici Full HD e 5.5 pollici QHD), condivideranno il medesimo aspetto estetico e scheda tecnica. <<Sotto il cofano>> dei dispositivi agirà infatti il processore Snapdragon 820 di Qualcomm (quad-core a 64bit con frequenza di clock da 2.2GHz), affiancato per l’occasione dalla scheda grafica Adreno 530, 4 gigabyte di memoria RAM LPDDR4 e 32 gigabyte di spazio di archiviazione interno.

La parte posteriore di Google Pixel e Pixel XL sarà dominata dalla presenza di un sensore fotografico principale da 12 megapixel (verosimilmente di derivazione Sony), inframmezzato da flash LED e lettore di impronte digitali. Da un punto di vista software, i due smartphone segneranno il debutto di Android Nougat 7.1 e, come ormai anticipato a più riprese, dal launcher proprietario Pixel, mero elemento di differenziazione rispetto agli attuali Nexus presenti sul mercato.

Attendiamo adesso l’ufficialità da parte di Google e con essa le informazioni inerenti i prezzi, che dovrebbero ad ogni modo non esser popolari. Intanto, gustatevi le foto dal vivo riportate qui di seguito.

via