Google pensava di includere auricolari premium con Pixel 2

Google pensava di includere auricolari premium con Pixel 2

Un utente di nome Lucas Everett ha recentemente acquistato un nuovissimo Google Pixel 2 dal negozio Verizon: all’interno della scatola c’era – ovviamente – il modello Pixel 2 richiesto, tuttavia la confezione conteneva un elemento alquanto strano: un ritaglio per una coppia di auricolari che non è mai stata fornita con il dispositivo.

Inoltre, il libretto “Inside the box” incluso appunto all’interno della scatola, faceva riferimento agli auricolari invisibili, che in realtà non erano presenti nella confezione. Gli auricolari dovevano essere collegati al telefono tramite una porta USB Type-C e avevano lo stesso loop regolabile trovato con i Pixel Buds di Google. Nonostante gli alloggi per l’accessorio e le istruzioni scritte fornite nella scatola, l’utente non ha ricevuto gli auricolari. Inoltre non era presente nella confezione anche l’adattatore jack per cuffie USB di tipo C da 3,5 mm che altri avevano ricevuto nella confezione insieme ai loro Pixel 2 e Pixel 2 XL.

Un rappresentante Verizon che lavora presso il negozio dove Lucas ha acquistato il suo smartphone, ha affermato che nessun’altra scatola che ha visto ha avuto quel particolare ritaglio al suo interno.

Everett ha condiviso la foto della strana confezione su Twitter e qualche ora dopo il colosso Google ha confessato che il box era un primo progetto per il mercato statunitense: sembra proprio che in principio il colosso di Mountain View avesse intenzione di seguire le politiche di Samsung e HTC includendo degli auricolari premium nella scatola per i suoi smartphone top di gamma. Ad ogni modo, qualcosa ha modificato la filosofia aziendale, forse il costo. Sfortunatamente, non lo sapremo mai. Ciò che comunque è confermato è che nelle scatole di vendita al dettaglio viene data grande importanza ai modelli di punta.

Di seguito il tweet originale di Lucas Everett