donne

Nel corso degli anni Google ha realizzato diversi Doodle per ricordare donne speciali in grado di cambiare il corso della storia grazie alle conquista in diversi settori, dalla medicina, al giornalismo, passando per lo sport, la tecnologia, i diritti civili e molto altro, ma quest’oggi, in occasione delle Giornata Internazionale della donna, il colosso di Mountain View ha deciso di fare gli auguri a tutte le donne che potranno cambiare il futuro del mondo, pubblicando uno speciale doodle video, girato in 13 diversi Paesi nel mondo ed intervistando qualcosa come 337 tra donne e ragazze, chiedendo loro di completare la frase “Un giorno farò…

Le donne del mondo viste da Google

Dalle bambine alle nonne, dalle donne di San Francisco, passando da quelle di Rio de Janeiro, Città del Messico, Lagos, Mosca, Il Cairo, Berlino, Londra, Parigi, Jakarta, Bangkok, Nuova Delhi e Tokyo, posti diversi, ma stessi occhi brillanti quando Google chiede loro cosa faranno nel futuro. C’è chi ha risposto semplicemente di voler nuotare alle Bahamas e chi ha chiesto di dar loro più voce nel mondo ed in quei Paesi dove ancora oggi i diritti delle donne non esistono, chi come Jane Goodall ha condiviso la propria speranza di poter un giorno discutere del problema ambiente con il Papa od ancora come il premio Nobel Malala Yousafzai e l’attivista Muzoon Almellehan hanno chiesto di poter continuare a lavorare senza paura verso un futuro in cui ogni ragazza può andare a scuola. Aspirazioni differenti, ma stessa determinazione nell’ottenere ciò che si desidera.

La Festa della donna

La Giornata internazionale della donna (comunemente definita Festa della donna) ricorre l’8 marzo di ogni anno per ricordare sia le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne, sia le discriminazioni e le violenze cui sono state oggetto e sono ancora, in tutte le parti del mondo. Questa celebrazione si è tenuta per la prima volta negli Stati Uniti nel 1909, in alcuni paesi europei nel 1911 e in Italia nel 1922.

Per quanto riguarda la Festa della donna in Italia, nel settembre del 1944, si creò a Roma l’UDI, Unione Donne in Italia, per iniziativa di donne appartenenti al PCI, al PSI, al Partito d’Azione, alla Sinistra Cristiana e alla Democrazia del Lavoro e fu l’UDI a prendere l’iniziativa di celebrare, l’8 marzo 1945, la prima giornata della donna nelle zone dell’Italia libera, mentre a Londra veniva approvata e inviata all’ONU una Carta della donna contenente richieste di parità di diritti e di lavoro.

Con la fine della guerra, l’8 marzo 1946 fu celebrato in tutta l’Italia e vide la prima comparsa del suo simbolo, la mimosa, che fiorisce proprio nei primi giorni di marzo.

 

Lo staff di KeyforWeb coglie l’occasione data da questo articolo, per augurare una buona Festa della donna a tutte le nostre lettrici che potranno esprimere la propria aspirazione per il futuro, sfruttando l’hashtag #OneDayIWill appositamente creato per l’occasione, con la speranza magari che nel prossimo doodle, anche il vostro sogno possa essere raccontato al mondo da Google.

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteCon SPID gli italiani hanno da oggi una identità digitale
Prossimo articoloGiochi che hanno definito la storia parte 2