Google Keep per Android

È in via di rilascio un nuovo aggiornamento di Google Keep per Android, volto ad affinare le potenzialità e funzioni dell’app per prendere appunti. Le modifiche, annunciate dal colosso di Mountain View a mezzo del proprio blog ufficiale, poggiano in primo luogo sull’implementazione del salvataggio dei siti web: basterà a tale stregua selezionare la voce condividi sul browser Internet, scegliere per l’appunto Google Keep e tappare infine su salva. Verrà così creata contestualmente una nota sull’app di appunti contenente il nome e l’indirizzo della pagina che vogliamo conservare e tener sempre a portata di mano. La detta implementazione è fruibile sia su smartphone Android che in ambiente desktop, allorché Google ha creato di concerto una estensione per Chrome in grado di mutuare il salvataggio di un dato sito web su Google Keep.

Spazio dunque a funzionalità e nuove implementazioni, ma anche ad una rivisitazione estetica dell’app Android a firma Google. L’elemento portante del nuovo aggiornamento di Keep è infatti l’introduzione di una nuova barra – posta nella parte inferiore – contenente due bottoni ed inframmezzata dall’informazione inerente l’ultima modifica: il primo permetterà di arricchire la nota, in ossequio all’aggiunta di immagini, disegno, registrazione vocale e casella di controllo; il secondo pulsante permetterà invece di accedere a controlli avanzati, quali l’eliminazione della nota, una copia della stessa, la condivisione a terzi e, soprattutto, la possibilità di creare etichette e di personalizzare e differenziare gli appunti in base al colore (verrà a tale stregua mutato lo sfondo).

Google Keep per Android abbraccia quindi molteplici novità, nel tentativo di potenziare ulteriormente l’app per prendere appunti iscritta nel portafoglio di applicativi – sotto l’occhio del ciclone dell’Unione Europea – del colosso di Mountain View. L’aggiornamento è già stato divulgato sul Play Store, indi per cui è destinato ad essere notificato a stretto giro di posta sui vari dispositivi mobile. Qualora vogliate installarlo manualmente e toccare per mano le novità di Google Keep potete far riferimento al file in formato apk contenuto sul solito APKMirror.

via

CONDIVIDI