google

Google scende in campo per aiutare rifugiati e migranti, raddoppiando le donazioni ricevute e puntando a raccogliere fondi per un valore di 10 milioni di euro.

Google ha deciso di scendere in campo in aiuto dei tanti rifugiati e migranti che sono in fuga dai paesi del Medio Oriente e dell’Africa, invadendo letteralmente i Paesi Europei, ormai al collasso e non in grado di far fronte all’emergenza.

“L’Europa, il Medio Oriente e il Nord Africa stanno affrontando l’emergenza dei migranti e dei rifugiati, la più grande crisi umanitaria globale dalla Seconda Guerra Mondiale.”

Google raddoppia le donazioni

Google ha deciso di intervenire attivamente in aiuto di migranti e rifugiati raddoppiando l’importo devoluto dagli utenti: scegliendo di donare ad esempio 25€, le organizzazioni no profit scelte da Google riceveranno una somma di 50€. Non sono previste spese di commissione e tutto il denaro raccolto sarà devoluto alle organizzazioni attraverso il canale Network for Good.

“Per raddoppiare l’impatto del vostro contributo, faremo a nostra volta donazioni pari alle vostre per i primi 5 milioni di euro che verranno donati a livello mondiale, fino a raccogliere insieme 10 milioni di euro da destinare agli aiuti umanitari.”

A chi saranno devolute le donazioni?

Tutte le donazioni ricevute e raddoppiate da Google, saranno equamente suddivise tra Medici senza Frontiere, Comitato internazionale di soccorso, Save the Children e Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati. I fondi saranno utilizzati per fornire assistenza di prima necessità a rifugiati e migranti.

Come verranno utilizzati i fondi dalle quattro organizzazioni

  • Medici Senza Frontiere: l’associazione offre ai rifugiati ogni sorta di cura, dal sostegno psicologico ai beni di prima necessità, inoltre si occupa dell’allestimento di strutture sanitarie presso i campi profughi, aiuta le donne a partorire in sicurezza e mette a disposizione acqua pulita potabile.
  • Comitato Internazionale di Soccorso: l’organizzazione fornisce aiuti umanitari ai rifugiati che approdano sulle coste della Grecia, nonché in Afghanistan, Siria e paesi limitrofi, inoltre ogni anno si occupa del reinsediamento di migliaia di rifugiati negli Stati Uniti.
  • Save the Children: si impegna per la sicurezza dei bambini, fornisce alimenti, alloggi temporanei e beni di conforto per assicurare il benessere delle famiglie.
  • Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati: l’organizzazione fornisce ai siriani rifugiati assistenza di prima necessità, come protezione, rifugio, cibo, acqua e medicinali, inoltre allestisce centri di accoglienza i rifugiati possono registrarsi.

Come effettuare la donazione

Per effettuare la donazione sarà sufficiente collegarsi all’apposita pagina creata da Google e premere il tasto Dona, (presente anche nella parte superiore della pagina principale del motore di ricerca), inserire i propri estremi ed una carta di credito valida. A questo punto sarà sufficiente scegliere l’importo da donare tra i tagli da 5, 10, 25, 100 e 250 euro disponibili, ricordando che la somma versata verrà raddoppiata da Google e che anche il più piccolo gesto può aiutare tante persone in quella che è una vera e propria emergenza a livello mondiale.

google

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteZTE Axon Mini presto sul mercato, nuove info
Prossimo articoloPhilips S358 annunciato, nuovo device con schermo MiraVision, presto in Europa