Google Home

Il 4 ottobre si avvicina e con esso le sfruculianti novità di Google, pronte a rimpinguare il fermentato settore tecnologico. L’evento stampa segnerà infatti il debutto commerciale degli smartphone Pixel e Pixel XL, <<conditi>> per l’occasione da dispositivi di svariata natura: il rimando va a Google Home e Chromecast Ultra, oltre che ad un router wireless dal prezzo di listino di 129 dollari. Tanta carne al fuoco, insomma, ed è per questo che le indiscrezioni dell’ultima ora puntano a far definitiva chiarezza, snocciolando numeri e delineando per sommi capi le strategie dell’azienda.

Sgomberando il campo dal settore mobile, l’attenzione generale è tutta rivolta verso Google Home, presentato in pompa magna durante lo scorso Google I/O 2016 e verosimilmente iscritto di diritto nel novero di argomenti che la compagnia di Mountain View approfondirà in occasione dell’evento stampa del 4 ottobre prossimo. Il dispositivo per la casa debutterà sul mercato a stretto giro di posta e, secondo le informazioni divulgate dalla redazione di Android Police, dovrebbe esser inserito a listino ad un prezzo di 129 dollari.

Cifre ritoccate verso il basso se facciamo riferimento a Chromecast Ultra, ossia una versione aggiornata e prestante dell’attuale dongle in grado di riprodurre filmati e contenuti multimediali alla risoluzione 4K. Google potrebbe prezzarla a 69 dollari, dunque quasi il doppio rispetto alla cifra richiesta per portare a casa la seconda versione presentata esattamente un anno or sono di concerto con gli smartphone Nexus 5X e 6P. Le informazioni di cui trattasi non hanno ancora assunto i connotati dell’ufficialità, sebbene provenienti da una fonte – la redazione di Android Police – degna di rilievo e di veridicità. Una cosa è ad ogni modo certa: il lavoro di Google è a tutto tondo e la gamma Pixel sarà con ogni probabilità il piatto forte di un menù variegato e composto da Google Home, Chromecast Ultra e, chissà, anche Google WiFi.

via

CONDIVIDI
Articolo precedenteAggiornamento Android N 7.0 per Sony Xperia 2016 e 2015
Prossimo articoloSnapchat cambia nome ed introduce i suoi primi occhiali smart