Google ha collaborato con Intel sul Visual Core in Pixel 2

Google ha collaborato con Intel sul Visual Core in Pixel 2

La settimana scorsa, il colosso Google ha rivelato che i suoi smartphone di punta Pixel 2 e Pixel 2 XL contengono un “co-processore personalizzato” per l’ apprendimento automatico e l’ elaborazione delle immagini. Questo Pixel Visual Core non è ancora in funzione, ma quando verrà attivato dovrebbe portare ad una migliore elaborazione, oltre ad altre funzionalità. Un nuovo report ha appena rivelato che Google ha collaborato con Intel per la realizzazione del nuovissimo chip.

Google ha confermato alla CNBC che Intel ha contribuito allo sviluppo del Pixel Visual Core, sottolineando che nessun altro chip esistente ha fornito ciò che era necessario. La settimana scorsa il teardown ha rivelato come sul chipset fossero presenti i primi indizi della partnership, come la presenza dei numeri seriali simili a quelli di Intel.

Le due società collaborano sempre più spesso tra loro. Google Clips dispone di una “unità di elaborazione visiva” di Movidius acquisito da Intel per il machine learning sui dispositivi, mentre Waymo sta lavorando con Intel sulle automobili a guida autonoma.

Il Pixel Visual Core è dotato di un’unità di elaborazione delle immagini progettata da Google, messa a punto per prestazioni elevate con il minimo consumo energetico, insieme a otto core personalizzati e un elaboratore che ottimizza il codice per l’hardware sottostante. Il chip dovrebbe consentire all’ HDR+ di funzionare 5 volte più velocemente utilizzando meno di un decimo della potenza. Al momento, il chip risiede dormiente, ma Google sta inizialmente puntando al Visual Core per l’ acquisizione di immagini HDR+ in Android 8.1.

 
Hai trovato questa notizia interessante e vuoi ricevere tutte le news di giornata per posta elettronica? Iscriviti alla newsletter di KeyforWeb.it inserendo qui sotto la tua email: