google e facebook

Secondo quanto riportato dall’autorevole Wall Street Journal, Google e Facebook avrebbero stretto una nuova partnership che consentirà, nei dispositivi mobile, al motore di ricerca di Google di visualizzare direttamente sulle proprie pagine i contenuti relativi al social network di Mark Zuckerberg. Effettuando quindi una ricerca direttamente su Google dal proprio dispositivo Android, verranno visualizzati tra i risultati proposti, anche post, profili pubblici e pagine relative al proprio profilo Facebook configurato su smartphone o tablet.

Selezionando uno dei contenuti sociali mostrati da Google, verrà avviata direttamente l’app di Facebook che mostrerà così agli utenti il contenuto ricercato. Sia Google che Facebook hanno ovviamente sviluppato questa partnership tenendo nella massima considerazione possibile la pivacy degli utenti che potranno decidere di rendere riservati alcuni contenuti del proprio profilo Facebook, impedendone così l’accesso al motore di ricerca di Google.

La partnership tra Google e Facebook, potrebbe rivelarsi davvero una mossa vincente per entrambe le aziende, con Google che potrà accedere ad innumerevoli informazioni (comunque rese anonime per la privacy) così da migliorare i propri servizi, mentre Facebook potrà disporre del migliore motore di ricerca al mondo ed un modo tutto nuovo per consentire l’accesso alla propria app agli utenti. Questi ultimi infine avranno finalmente un sistema rapido ed efficace per ricercare qualsiasi contenuto presente su Facebook in pochi istanti.

Bisognerà ora attendere maggiori informazioni ed ulteriori dettagli per sapere quando Google e Facebook rilasceranno questa nuova funzionalità su tutti i dispositivi Android.

Via

CONDIVIDI
Articolo precedenteLanciato HTC One M9s: un’altra variante scende in piazza
Prossimo articoloCloud gratis Pushbullet lancia versione Pro: 100 GB a soli 39,99 dollari
  • Cercare un’informazione su Google sta diventando sempre più difficile dovendo fare lo slalom tra un annuncio pubblicitario e l’altro ora dobbiamo “filtrare” anche gli argomenti dai social?