google car

Google ha rivelato che le Google Car, automobili senza conducente, sono estremamente sicure, come dimostrano i soli 11 incidenti in 6 anni nelle quali sono state coinvolte.

Quando si parla di sicurezza stradale, pensare ad una auto senza pilota, gestita autonomamente da un insieme di hardware e software, potrebbe preoccupare e non poco, sopratutto dopo le polemiche nate negli Stati Uniti in questi giorni dove le Google Car, automobili prive di conducente in fase di sperimentazione sulle strade della California da anni, sono state coinvolte in tre incidenti dallo scorso Settembre, ma in realtà la situazione è ben diversa da quanto descritta dalla stampa d’oltre oceano, così come chiarito da Chris Urmson, direttore del progetto Google Car.

“Se si passa molto tempo in auto gli incidenti possono accadere sia su una vettura convenzionale sia su una che si guida da sola. Nei sei anni in cui abbiamo collaudato le automobili, abbiamo avuto 11 incidenti lievi a fronte di 2,7 milioni di chilometri percorsi”

google car

Le Google Car non hanno mai provocato incidenti

Urmson ha inoltre puntualizzato che nessuno di questi incidenti è stato causato dalle Google Car senza conducenti, ma da guidatori che hanno sbagliato manovre o non rispettato le indicazioni stradali e che anzi, l’algoritmo alla base del software del progetto Google Car, sia impostato in una modalità “di costante verifica” dell’ambiente circostante, cerando di prevedere possibili manovre azzardate di conducenti, pedoni e ciclisti, così come sono abituati ad esempio i conducenti di scooter e moto.

google car

Gli incidenti accadono

“Una delle cose più importanti che dobbiamo imparare ad analizzare per migliorare la sicurezza delle nostre auto sono i tipici incidenti sulle strade di città e periferia. Poiché per molti incidenti non fanno vengono stilate statistiche ufficiali, è necessario inoltre sapere quanto spesso ci si può aspettare di essere colpito da altri piloti. Infatti, nonostante il nostro software ed i sensori siano in grado di rilevare una situazione potenzialmente pericolosa, riuscendo ad agire prima e più velocemente di quanto potrebbe fare un guidatore umano, a volte non saremo in grado di superare le realtà di velocità e distanza; semplicemente infatti, potrà succede di essere tamponati ad un semaforo, in attesa di un semaforo che diventi verde. E questo è un presupposto fondamentale da comprendere per il futuro delle automobili senza conducenti: anche se avremmo voluto evitare tutti gli incidenti, alcuni saranno inevitabili.”

Google Car e le regolamentazioni

Purtroppo il progetto Google Car al momento prevede una fase di sperimentazione su strada esclusivamente in California e su una autostrada della Germania, mentre in diverse nazioni è vietato espressamente l’uso di auto senza conducente sia per il timore di possibili problemi per la sicurezza stradale, sia per un buco legislativo inerente problemi assicurativi e di responsabilità: in caso di un incidente provocato da una Google Car, chi dovrebbe effettuare il risarcimento? Google, la società di sviluppo del software, il proprietario del veicolo? Ed una eventuale responsabilità in un grave incidente? Tutte domande che dovranno trovare risposta con modifiche al codice della strada che dovrà variare obbligatoriamente, perché il futuro dell’automobile è sempre più vicino e trovare auto che girano in città da sole, fra poco non sarà più fantascienza ma un realtà.

CONDIVIDI
Articolo precedenteFebbre dell’oro per Samsung Galaxy S6
Prossimo articoloInge Lehmann ed il centro della Terra in un Doodle