Google batte Apple

Apple ha rilasciato dichiarazioni entusiastiche sui dati di vendita dei nuovo iPhone 6 ed iPhone 6 Plus, in grado in 24 ore di vendere oltre 4 milioni di unità, salite ad oltre 10 milioni in una settimana e sgretolando ogni altro record, ma nonostante questi risultati incredibili, Google batte Apple, almeno secondo il noto analista Curt Prins e lo fa, o meglio ancora lo farà, grazie ad in mercati emergenti.

Curts Prins, esperto del settore mobile, ha rilasciato una nota sul proprio profilo Linkedin, nella quale prende in considerazione il neonato Android One, dispositivo di fascia bassa, lanciato da poco in India e definito dall’esperto “la prova della vittoria della società di Mountain View sul mercato internazionale“.

Android One è uno smartphone equipaggiato con sistema operativo Android 4.4.4 KitKat e rilasciato da Google in India all’inizio della settimana al prezzo di soli 105$, riuscendo a vendere qualcosa come oltre 2 milioni di unità in soli sette giorni, dimostrando secondo Prins “come il mercato di iPhone 6 è ormai saturo, mentre non si può dire lo stesso di quello di Android One“.

Continuando la disamina della battaglia tra Apple e Google, Prins critica pesantemente la scelta di globalizzazione attuata dalla casa di Cupertino, dichiarando:

Negli ultimi dieci anni, Apple ha pensato a livello locale e agito a livello globale. In parole povere, ciò che funziona a Cupertino dovrebbe funzionare anche a Pechino, Mumbai e Città del Messico, ma considerando proprio il prezzo di iPhone 6, che parte da 649 dollari, questo diventa impossibile da acquistare in nazioni come l’India, dove il reddito medio di una famiglia è di soli 7.700 dollari l’anno, mentre le vendite di Android One, proprio in India, dimostrano come Google è in grado capire che ciò che funziona a Mountain View potrebbe non funzionare a Mumbai o Manila

Insomma la battaglia tra i due giganti Google ed Apple è ancora lontana dalla fine ma il primo sembra sempre più in vantaggio nei confronti della casa di Cupertino, che nonostante riesca a realizzare prodotti eccellenti, come dimostrato anche dai recenti test di resistenza di iPhone 6 ed iPhone 6 Plus che vi abbiamo mostrato, sembra non essere pronta ad affacciarsi sui mercati emergenti, dove i prezzi di vendita di iPhone 6 ne limitano fortemente le vendite e facendo così girare l’ago della bilancia nei confronti di Google che invece è stata decisamente lungimirante e ha capito che proprio questi paesi emergenti, decreteranno il vincitore di questa sempre entusiasmante sfida tecnologica.

Cosa ne pensate delle dichiarazioni di Prins? Siete d’accordo o meno? Aspettiamo i vostri commenti!

CONDIVIDI
Articolo precedenteMicrosoft supera Apple in Italia, Android continua a crescere
Prossimo articoloDisponibili le app del Galaxy Note 4 installabili su tutti i dispositivi Galaxy compatibili