Google Assistant continua a regnare tra gli assistenti virtuali

Google Assistant continua a regnare tra gli assistenti virtuali

Siamo nel 2018 e possiamo affermare senza alcun dubbio che i dispositivi del momento sono gli smart speaker. Attualmente i maggiori “esponenti” di tali accessori sono: Google con il suo Home, basato ovviamente su Google Assistant, Apple con HomePod, che invece sfrutta tutte le potenzialità di Siri, Microsoft con Cortana e Amazon, che ha dato vita a tutto ciò grazie al suo Echo dotato dell’intelligenza di Alexa.

Purtroppo in Italia possiamo acquistare soltanto lo speaker di Google, che comunque non è in grado di offrire la stessa esperienza che invece si ha utilizzando la lingua inglese. In ogni caso, la presenza degli assistenti virtuali la riscontriamo anche negli smartphone, nei tablet e nei prodotti desktop degli stessi brand.

Google Assistant ancora al primo posto

Una interessante ricerca ha preso in esame proprio l’intelligenza offerta da tutti i sistemi di cui abbiamo parlato, riuscendo a stilare una classifica ben precisa sulla precisione e affidabilità offerta dalle aziende e in particolare dagli smart speaker. Ovviamente stiamo parlando di uno “scontro” avvenuto in lingua inglese, in quanto gli Stati Uniti sono di gran lunga il palcoscenico preferito dai produttori.

Al primo posto non potevamo che incontrare Google Assistant. Quest’ultimo infatti, anche essendo nato parecchio tempo dopo, può comunque contare sulle conoscenze proveniente dal motore di ricerca più famoso al mondo. Secondo posto invece per Cortana di Microsoft, che sorprendentemente non si distacca così tanto dal posto più alto del podio. A seguire troviamo Amazon con Alexa, in grado di rispondere comunque con una certa sicurezza ad ogni richiesta. Ultimo posto Siri che nonostante abbiamo dato vita al mondo degli assistenti virtuali, non è riuscita a tenere il passo dei brand arrivati in seconda battuta.

FONTE: 9to5google