Visualizzare alcune false recensioni all’interno degli store online è sempre più frequente e i colossi tecnologici cominciano ad escogitare le dovute contromisure. Dopo le prime mosse avanzate da Amazon all’interno del suo store online, anche Google ha deciso di porre maggiore attenzione sul suo Play Store, dato che di recente il noto marketplace di applicazioni sembra aver registrato una vera e propria impennata di fake reviews.

Un’incremento simile non poteva certo passare inosservato a Big, il quale ha prontamente annunciato di essere al lavoro per studiare le giuste contromisure atte a debellare il problema, o almeno ad arginarlo.

“Siamo consapevoli del recente incremento di recensioni spam all’interno di Google Play e abbiamo attuato le necessarie azioni per cancellarle. Stiamo lavorando per migliorare il nostro sistema, così da rilevare e rimuovere le recensioni e i voti fake”, ha affermato un portavoce di Google ad Android Police.

Le recensioni e i voti falsi hanno coinvolto anche le applicazioni del colosso di Mountain View, come ad esempio Gmail, Chrome o Hangouts: in alcune delle recensioni si menzionano le applicazioni come se fossero dei videogiochi, millantando funzionalità inesistenti all’interno di esse.

Il motivo di tali azioni da parte di alcuni utenti è da attribuire ad una strategia di spam: se si rilasciano voti ad applicazioni molto famose, gli account possono eludere i filtri automatici, potendo proseguire a scrivere finte recensioni per alcuni sviluppatori che sono disposti a pagare per far salire il ranking delle proprie app.