Google Pixel Launcher

Google ha in queste ultime ore posto mano ad alcune delle sue applicazioni Android più in voga presenti all’interno del Play Store, dispensando novità e correzioni in termini meramente estetici e funzionali. Il pacchetto è variamente congegnato e composto da Pixel Launcher, GMail, Trips e YouTube.

Per quanto concerne il launcher inaugurato di default sui Pixel (ma reso disponibile in via gratuita per tutti i dispositivi Android), è stato in primo luogo archiviato il bug inerente l’errata visualizzazione del widget dedicato al meteo. In condizioni di cielo sereno, Pixel Launcher mostrerà adesso l’icona raffigurante la luna (e non invece il sole, come occorso con le ultime release) anche durante le ore notturne. L’aggiornamento approderà gradualmente su tutti i dispositivi Android con a bordo Pixel Launcher (per attivare Google Now a sinistra dovrete installare il detto applicativo come app di sistema), giacché le modifiche sono state disposte da Google lato server (l’ultimo update dell’app risale infatti alla data di pubblicazione ufficiale della stessa sul Play Store).

Google ha aggiornato anche Trips, l’applicazione dedicata ai viaggi che arriva adesso alla versione 0.0.42. Le modifiche vanno di pari passo con Maps, visto che il software sarà adesso in grado di tener traccia dei luoghi preferiti salvati sul nostro dispositivo. Altra miglioria di rilievo concerne la possibilità di consultare offline i luoghi salvati, mentre chiudono il cerchio risoluzione di bug e storture software palesatesi con le release precedenti.

Poche invece le novità operate da Google su GMail. L’unica modifica verte sull’eliminazione in bella vista del testo citato, che potrà esser richiamato semplicemente cliccando sui tre puntini.

Qualche ottimizzazione in più invece relativamente a YouTube. Od almeno per i possessori di Google Pixel e Pixel XL, in ossequio al ripristino degli shortcut inaugurati con Android Nougat 7.1.

CONDIVIDI
Articolo precedenteXbox Scorpio, secondo Mark Williams consentirà di dire addio ai limiti della One
Prossimo articoloPlay Store, arriva l’aggiornamento all’interfaccia utente con la nuova classifica