A distanza di tre anni dall’uscita della precedente versione, la società Primate Labs ha rilasciato ufficialmente la nuova versione dell’applicazione benchmark più popolare, il Geekbench 4 compatibile con i dispositivi Android e iOS. Tra le novità troviamo, oltre ai benchmark relativi al processore e alla memoria, anche quelli relativi all’aspetto grafico.

Geekbench 4, le novità nei test, nei linguaggi di programmazione e nell’aspetto.

Come tutti gli aggiornamenti che si rispettino, anche nel caso del Geekbench 4 alcune cose sono state migliorate. Nella precedente versione, la numero 3, erano presenti test relativi ai processori più performanti e a 64 bit. Ora, invece, i nuovi test riguardano anche:

  • CPU
  • Cache
  • RAM e storage interno

Ovviamente, i linguaggi di programmazione utilizzati sono molteplici e nello specifico il LLVM, SQLite e PDFium.

Come abbiamo detto, le novità non riguardano solo ed esclusivamente l’aspetto tecnico ma anche quello grafico. Ed ecco, quindi, che sono stati introdotti ben 8 test riguardanti la GPU che nello specifico controlleranno l’elaborazione delle immagini, la fotografia computazionale ed il computer vision. In poche parole, tutti i calcoli riguardo l’aspetto grafico.

Ma Geekbench 4 non è stato aggiornato solo nelle sue funzioni. La grafica dell’applicazione è stata ridisegnata in base al più moderno Material Design che tanto fa tendenza, in modo tale da risultare maggiormente fluida, scorrevole e di facile intuizione per aiutare gli di utenti più esperti e quelli meno esperti.

L’applicazione è disponibile gratuitamente sia per dispositivi Android che iOS nelle rispettive piattaforme, Google Play Store i primi ed Apple Store i secondi.

Via