Samsung Galaxy S7

Galaxy S7 si propone per un nuovo torture-test che seguita a quelli già ampiamente discussi per quanto riguarda l’analisi del device per la resistenza all’immersione, alla piegatura ed anche alle cadute con test accurati di laboratorio che hanno previsto l’uso di strumentazione studiata ad hoc per garantire una base d’analisi quanto più affidabile. Quest’oggi vi mostreremo un test che, per converso, fa uso di un apparecchio di usco comune all’interno del contesto domestico, la lavatrice. Un contesto decisamente ilare direte voi, eppure non così scontato come sembra. La dimostrazione ha fatto sì di confermare le potenzialità che Samsung ha impresso a bordo del suo flasghsip killer per quanto concerne l’implementazione delle specifiche IP68 che, anche dopo 45 minuti di esposizione al “lavaggio centrifugato” hanno dimostrato ottime capacità di adattamento e resistenza.

Galaxy S7 – Test Resistenza al lavaggio galaxy s7

Max Lee, autore del video che seguirà a breve, ha fatto centrifugare il proprio Samsung Galaxy S7 Flat in lavatrice impostando un ciclo competo di 45′ applicando una cover posteriore allo scopo di ridurre la pressione dell’acqua sul corpo del terminale. Il risultato è stato comunque soddisfacente ed ha dimostrato la grande capacità di resistere agli stress da agenti e fluidi esterni mantenendo intosi display, speaker e parti sensibili come microfono e fotocamera che, nonostante tutto, non sono andati fuori specifiche di funzionamento. Divertitevi col video che segue, Galaxy S7 Standard al Wash-Test:

VIA

CONDIVIDI
Articolo precedenteMicrosoft Lumia 950 e 950 XL: nuovo firmware disponibile
Prossimo articoloMigliori tablet – iPad Pro 9.7 vs iPad Air 2: confronto con foto!