Galaxy S10 a rischio: Samsung conferma il possibile cambio di nome

Galaxy S10 a rischio: Samsung conferma il possibile cambio di nome

Galaxy S10 potrebbe non veder mai la luce sul mercato. O quanto meno col nome commerciale che ci aspetteremmo, stante l’ormai reiterato volgersi della storica gamma di fascia alta Galaxy S. Le indiscrezioni dei giorni scorsi trovano adesso effettiva conferma dai vertici di Samsung. Che oltre a dar avvio al presente pare già esser impegnata a programmare il futuro.

Come evidenziato dinanzi ai giornalisti dall’Amministratore Delegato del produttore coreano, DJ Koh, il prossimo Galaxy S10 potrebbe esser conosciuto effettivamente con un nome diverso. Non c’è ancora una decisione definitiva sull’appellativo commerciale, ma quel che appare certo è che lo smartphone non perderà comunque la sua identità portante. Il marchio “Galaxy” continuerà infatti a predominare sulla linea top di gamma 2019 di Samsung, affiancato però da un altro rilievo. Necessario, aggiungeremmo noi, per evidenziare quasi in modo storico e simbolico il decimo portabandiera che il gigante di Seoul andrà a presentare l’anno venturo.

Che Samsung segua la strada di Apple confezionando davvero un Galaxy X del tutto inedito e già suggestivo? Può darsi, anche perché il nome in questione è stato già spesso e volentieri oggetto di rumors, nello specifico riguardanti l’approdo di un display e design pieghevole. I due indizi potrebbero a questo punto collimare, così come altri tasselli finora sparsi e spesso e volentieri in predicato in passato di far il loro ingresso su Galaxy S8 e Galaxy S9: pensiamo, ad esempio, al lettore di impronte digitali incastonato direttamente sotto lo schermo, oppure una unità di elaborazione neutrale necessaria per gestire qualsiasi complessa elaborazione a sfondo di realtà aumentata e tridimensionale.

Staremo a vedere, ma quel che appare certo è che Galaxy S10 potrebbe a questo punto non veder mai la luce. Nella speranza che Samsung peschi dal mazzo una bella sorpresa per tutti gli appassionati del mondo della telefonia e non soltanto.

FONTE: PhoneArena