terrorismo

Il governo della Francia starebbe pensando di eliminare dalla nazione l’utilizzo del browser Tor di Mozilla per via del terrorismo e per evitare la pianificazione di altri attacchi. Tor è un famoso browser che permette di diventare completamente anonimi sulla rete e rende la tracciabilità dell’indirizzo IP del proprio computer impossibile.

Tor è spesso usato come browser nel deep web, ovvero quella parte oscura di Internet fatta di indirizzi cifrati non accessibile dai normali motori di ricerca come Google. Si trova di tutto e di più in questa zona del web: dalla criminalità allo spaccio di droga e armi, passando per la pedofilia e tante altre attività illecite. E ovviamente anche l’ISIS utilizzerebbe Tor per pianificare il terrorismo.

La proposta di legge in Francia intimerebbe di inibire la comunicazione attraverso il browser Tor e di bloccare l’uso degli hotspot Wi-Fi pubblici quando la nazione si trova in uno stato di emergenza per il terrorismo, come quando l’ISIS ha attentato Parigi uccidendo centinaia di persone.

Tuttavia la legge verrà presentata in parlamento come minimo nel 2016, e non è comunque facile cercare di oscurare e bloccare l’utilizzo di una rete come Tor. Un’iniziativa che aumenterebbe la sicurezza della nazione, ma a detta di molti allo stesso tempo diminuirebbe la privacy e la sicurezza dei singoli utenti che non potranno utilizzare più Tor per scopi diversi dal terrorismo.

CONDIVIDI