Google ha da poco lanciato un’applicazione che scansiona e digitalizza le vecchie fotografie, ovvero quelle tradizionali stampate su carta fotografica.

L’app si chiama FotoScan ed è disponibile su Apple App Store e sul Play Store di Google, per tutti i dispositivi mobili con sistema operativo iOS ed Android.

FotoScan sfrutta la fotocamera dello smartphone Android o iPhone per effettuare una scansione delle foto tradizionali e digitalizzarle. L’app è in grado di riconoscere i bordi, di raddrizzare l’immagine, correggerne l’orientamento o rimuovere eventuali riflessi. FotoScan ha altre funzionalità che consentono di migliorare la qualità dell’immagine scansionata, intervenendo su colori, luminosità e temperatura.

In sintesi, l’applicazione è in grado di perfezionare l’immagine acquisita quasi come fosse stata scattata direttamente in digitale. Una volta editate, le foto si possono salvare in Google Foto, l’archivio online gratuito di BigG, per poter essere organizzate, cercate, condivise o sottoposte a backup in alta risoluzione.

Per l’occasione il servizio ha anche aggiunto nuovi metodi di correzione automatica delle foto, nuovi stili e strumenti di modifica. Secondo il sito The Verge, Google Foto conta già oltre 200 milioni di utenti e, grazie a questa nuova app, è destinato a crescere ulteriormente e tenere testa alla concorrenza del calibro di Apple, Facebook e Amazon.

L’applicazione è disponibile gratuitamente ed sta già riscuotendo un discreto successo sui social network, su Twitter, ad esempio, sono comparsi i primi hashtag con il nome dell’applicazione.