Fibra ottica TIM: mega multone da 4,8 milioni di euro

Fibra ottica TIM: mega multone da 4,8 milioni di euro

La Fibra Ottica TIM vi fa volare? Beati voi, molti utenti in realtà si sono ritrovati a dover far fronte a situazioni davvero imbarazzanti. Nella maggior parte delle situazione l’operatore Telecom Italia arriva a casa vostra ancora in rame. La fibra si ferma infatti alla cabina stradale dove vengono smistate tutte le linee.

Di li in poi viene utilizzato ancora il caro vecchio rame, materiale che ormai ha già dato e che dovrebbe essere sostituito. Ecco quindi che attualmente, attraverso le connessioni VDSL, è possibile raggiungere in speedtest massimo 200 Mega nella migliore delle ipotesi. I fattori che vanno ad influire negativamente sulla velocità della linea sono troppi però e non sempre le velocità promesse vengono raggiunte. Per questo motivo TIM è stata multata.

AGCOM sculaccia la fibra ottica TIM che non mantiene le promesse

AGCOM
AGCOM

Ovviamente gli operatori cercano di attirare quanti più clienti possibili ed una connettività in fibra ottica TIM con velocità stellari e proposta ad un prezzo ragionevole farebbe gola a tutti. La realtà però è che le velocità promesse sono ben lontane dalla realtà. Per questo motivo:

“Alla luce delle evidenze riportate in fatto, risulta, dunque, che Telecom abbia posto in essere una condotta in violazione degli art. 21 e 22 del Codice del Consumo. Telecom ha, infatti, omesso o non adeguatamente evidenziato le informazioni sulle caratteristiche dell’offerta in fibra, i limiti geografici di copertura delle varie soluzioni di rete, le differenze di servizi disponibili e di performance in funzione dell’infrastruttura utilizzata per offrire il collegamento in fibra. In conseguenza di tale condotta omissiva e ingannevole, il consumatore, a fronte dell’uso del termine onnicomprensivo “fibra”, non è stato messo nelle condizioni di individuare gli elementi che  Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato 20
caratterizzano, in concreto, l’offerta, in particolare dal punto di vista delle prestazioni connesse alla tecnologia sottesa alle diverse tipologie di offerta; ossia, l’utilizzatore finale non è stato messo in grado di conoscere elementi indispensabili al fine di effettuare scelta consapevole.”

Una multa che raggiunge la cifra di 4,8 milioni di euro. A questo punto l’operatore avrà imparato la lezione? Visti i precedenti ci verrebbe da dire di no. Voi invece con la fibra ottica TIM a quanto viaggiate?

Fonte | AGCOM