Fatturazione ogni 28 giorni, gli operatori fatturano 1,19 miliardi di euro in più

Fatturazione ogni 28 giorni, gli operatori fatturano 1,19 miliardi di euro in più

In questo ultimo anno gli operatori hanno attuato una serie di modifiche importanti andando ad applicare la famosa fatturazione ogni 28 giorni. Togliendo dalle bollette qualche giorno ogni mese si sono garantiti praticamente la tredicesima bolletta. L’incremento in termini di fatturazione è stato esageratamente elevato, gli utenti possono immaginarlo ma stenteranno a credere che si parli di cifre del genere.

TIM, Vodafone, Wind e Tre se la ridono mentre scatta la fatturazione ogni 28 giorni

Si è partiti alla leggera con gli operatori che hanno iniziato un po’ alla volta a proporre all’utente un nuovo metodo di fatturazione ogni 28 giorni. Alla fine i clienti hanno avuto la possibilità di scegliere o rimanere fedeli all’azienda, ma in una società dove non ci sono alternative, o quelle che ci sono praticamente non ci soddisfano, insomma, risulta davvero difficile evadere. Ormai la maggior parte degli operatori, tranne i virtuali, propongono questo tipo di “bollettazione”. L’AGCOM si è già espressa contro questo tipo di modifica contrattuale e dalle prime analisi gli introiti che ha portato alle aziende è davvero esagerato. Pensate che in un anno si fatturano 1,19 miliardi di euro in più.

A questo punto gli operatori saranno sanzionati, forse entro il prossimo anno, visto che le direttive indicate non sono state rispettate. Ma dare una multa di centinaia di milioni di euro su una fatturazione del genere è praticamente inutile. Sarebbe come dire “multami anche 400 milioni di euro, ne fatturo più del doppio“. Ecco perché le multe non bastano o dovrebbero essere molto più salate. Qualcosa in ogni modo dovrebbe cambiare, forse, anche se non nel breve periodo.