Facebook in Cina

Sembra essere arrivato il momento per il social network più grande al mondo di espandere ulteriormente i propri orizzonti. Parliamo di Facebook e la recente notizia divulgata dal New York Times, ovvero l’introduzione del portale sul territorio cinese utilizzando appositi strumenti censori.

Ebbene, le condizioni per introdurre Facebook in Cina sembrano queste per Zuckerberg, che punta ad ampliare il bacino d’utenza del social di circa un miliardo e mezzo di utenti, ovvero gli attualmente abitanti in territorio cinese non ancora in grado di accedere alla piattaforma.

Facebook

Entrando più nel dettaglio, ciò che consentirà di “mediare” gli interessi di Facebook e del governo cinese è un tool sviluppato dagli ingegneri della compagnia di Menlo Park che consentirebbe di setacciare ogni post alla ricerca di parole ritenute “scomode”.

Certamente questa notizia non lascia indifferenti gli azionisti e attivisti vari, che reputano la decisione presa da Zuckerberg “inquietante”. Tuttavia, non è giunta ancora alcuna conferma dalla Silicon Valley, sebbene la tecnologia studiata ad hoc per gli enti governativi cinesi sia già stata svelata dal New York Times.

Sembra, inoltre, che Zuckerberg abbia tenuto un incontro con i suoi dirigenti, in cui il CEO avrebbe confermato le proprie intenzioni di avviare le trattative con la Cina.

Non ci resta che attendere ulteriori informazioni, dunque, sul futuro di Facebook e le trattative per l’ingresso sul mercato cinese.



Hai trovato questa notizia interessante e vuoi ricevere tutte le news di giornata per posta elettronica? Iscriviti alla newsletter di KeyforWeb.it inserendo qui sotto la tua email:


Hai trovato questa notizia interessante e vuoi ricevere tutte le news di giornata per posta elettronica? Iscriviti alla newsletter di KeyforWeb.it inserendo qui sotto la tua email: